09:30 22 Agosto 2018
Una vista di Belgrado, Serbia

Serbia, ministro Esteri: Belgrado non seguirà politica occidentale contro la Russia

© Fotolia / Vladimirnenezic
Mondo
URL abbreviato
5290

Gli interessi della Serbia richiedono una prese di distanza dalle misure occidentali contro i diplomatici russi. Lo ha affermato il ministro degli Esteri serbo Ivica Dacic in un’intervista al canale Pink.

"Noi dobbiamo guardare ai nostri interessi… la Serbia non caccerà i diplomatici russi", ha detto Dacic.

Il ministro ha aggiunto di aver precedentemente sentito da "persone intelligenti" l'opinione secondo cui "la comunità internazionale deve dire quanto la Serbia dovrebbe diventare piccola per non essere grande".

Il presidente serbo Alexander Vucic in una recente conversazione telefonica con il presidente russo Vladimir Putin ha assicurato che la Serbia non intende espellere i diplomatici russi, come hanno fatto altri paesi della regione.

Lo scorso 4 marzo a Salisbury, Regno Unito, sono stati avvelenati l'ex spia russa Sergey Skripal e sua figlia Julia. Londra ha accusato Mosca della responsabilità dell'accaduto. In seguito ai fatti di Salisbury il Regno Unito, molti paesi UE, gli Stati Uniti, il Canada, la Norvegia e l'Ucraina hanno espulso i diplomatici russi.

Correlati:

Espulsione diplomatici, la Germania continuerà a mantenere buone relazioni con Mosca
Gli USA lasciano che la Russia decida con chi sostituire i diplomatici espulsi
Germania, ministro Esteri: espulsione diplomatici russi è segnale di unità in UE
Tags:
spia, avvelenamento, diplomatici, espulsione, Sergei Skripal, Russia, Serbia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik