12:58 18 Luglio 2018
Mezzi militari americani in Siria

Marzo è stato il mese più sanguinoso per i militari americani in Siria ed Iraq

© AP Photo / APTV
Mondo
URL abbreviato
8362

In questo mese sono rimasti uccisi otto tra soldati ed ufficiali dell'esercito statunitense.

Otto soldati americani sono morti in Iraq e in Siria a marzo: il mese appena conclusosi è diventato il "più sanguinoso" per il Pentagono durante l'intera operazione militare in questi Paesi contro i terroristi dello "Stato Islamico". Lo ha segnalato il portale web Military.com.

Giovedì scorso il sergente delle forze speciali Jonathan Dunbar è saltato in aria su un ordigno artigianale nella città siriana di Manbij durante il pattugliamento. Il 15 marzo a seguito dello schianto dell'elicottero militare HH-60 Pave Hawk in Iraq avevano perso la vita tutti e sette i passeggeri a bordo, tra cui tre ufficiali.

Secondo il Pentagono, gestore del portale, dall'inizio dell'operazione Inherent Resolve, iniziata l'8 agosto 2014 in Iraq e Siria da un gruppo di Paesi guidati dagli Stati Uniti, sono rimasti ucciso complessivamente 60 soldati e ufficiali americani. Quattordici sono caduti durante i combattimenti, mentre gli altri hanno perso la vita in incidenti di vario genere.

A gennaio i rappresentanti del Pentagono avevano sottolineato che in Siria e in Iraq ci sono ancora circa mille combattenti dell'ISIS. A metà febbraio Dan Coats, direttore della National Intelligence, aveva dichiarato al Senato del Congresso che il Daesh conserva ancora risorse sufficienti e una rete segreta di sostenitori in Siria, che consentirà al gruppo di perpetrare operazioni sovversive nel corso dell'intero anno.

Al momento circa 5.200 soldati americani sono di stanza in Iraq, mentre circa 2mila si trovano in servizio in Siria.

Come sottolineato dal Pentagono sul suo sito web, il costo totale per l'operazione Inherent Resolve ammontava a 14,3 miliardi $ alla fine di giugno dello scorso anno: ogni giorno vengono spesi dall'amministrazione americana 13,6 milioni di dollari per questa operazione.

Correlati:

Arabia Saudita si rassegna alla permanenza al potere di Assad in Siria
Ministero degli Esteri: preoccupati per piani militari USA in Siria
Siria: USA costruiscono enorme base militare in regione petrolifera di Deir-ez-Zor
Stato Maggiore russo accusa USA di preparare attacco chimico provocatorio in Siria
Nuove accuse dal ministero della Difesa russo contro gli USA in Siria
Tags:
Terrorismo, Difesa, Sicurezza, crisi in Siria, Daesh, Coalizione USA anti ISIS, USA, Medio Oriente, Iraq, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik