11:21 21 Aprile 2018
Roma+ 15°C
Mosca+ 14°C
    La Torre Eiffel spenta in commemorazione delle vittime dell'attentato a San Pietroburgo

    In Francia 20,000 musulmani estremisti

    © Sputnik . Ирина Калашникова
    Mondo
    URL abbreviato
    751

    Il 24 marzo un terrorista di origine marocchina ha preso in ostaggio diverse persone in un supermercato della città francese Trebes. Ha ucciso tre persone e un agente di polizia, prima che venisse reso innocuo da un'operazione di polizia.

    Sputnik ha discusso di questo attacco con un esperto dell'organizzazione politica per l'anti-islamizzazione e l'anti-immigrazione in Francia, "Risposta laica", Maxime Lépante.

    Sputnik: i servizi della Francia conoscevano l'aggressore di Trebes, era nella loro lista di controllo degli estremisti. Perché non hanno intrapreso alcuna misura di prevenzione? Chi è il responsabile di quanto accaduto?

    Maxim Lepante: Sì, l'aggressore era noto ai servizi francesi, era nella lista di controllo degli estremisti, come la maggior parte dei terroristi musulmani, coinvolti in atti terroristici in Francia, a partire da gennaio 2015, quando a Parigi è stato ucciso un giornalista francese dalla rivista Charlie Hebdo. Ora, in questo elenco ci sono più di 20.000 terroristi musulmani. La nostra polizia non può sorvegliare ognuno. I servizi segreti controllano solo poche centinaia di persone. La polizia sta facendo tutto quanto in suo potere, ma sono al limite e non hanno né i mezzi, né il denaro per proteggere tutti noi.

    Sputnik: 20,000 è un numero enorme.

    Maxim Lepante: Sì, questo è un numero enorme, spaventosamente enorme, e questa è solo la punta dell'iceberg. Dobbiamo capire che gli attacchi terroristici in Francia continueranno. Questo è ovvio per la maggior parte dei francesi, con cui quotidianamente parlo dell'argomento. Personalmente credo che il loro numero aumenterà, poiché il numero di musulmani, che ogni giorno attraversano il confine del nostro paese, cresce di migliaia a settimana. La colpa è dei nostri leader, il presidente francese Emmanuel Macron, il Primo Ministro Edouard Philippe, il ministro degli Interni Gerard Colonna, e chi ha governato prima di loro la Francia per 40 anni, Nicolas Sarkozy, Jacques Chirac e François Mitterrand. Perché hanno permesso a milioni di musulmani di entrare nel territorio del nostro paese.

    Sputnik: Sembra che la situazione sia fuori controllo. Secondo voi, come è possibile uscire da questa situazione? Come si può fermare la radicalizzazione dei musulmani in Francia?

    Maxim Lepante: Bisogna chiudere le moschee in cui gli imam invitano al jihad. Ci sono casi molto spaventosi, di giornalisti sotto copertura, infiltratisi a gennaio di quest'anno con false carte d'identità in moschee in Francia e Germania e hanno registrato, come gli imam incitavano alla jihad e ad uccidere gli infedeli. Lo stesso sta accadendo ora in alcune moschee in Francia. Come può il nostro governo permettere che ora gli imam invitino al jihad contro gli abitanti della Francia? In secondo luogo, è necessario chiudere tutte le scuole musulmane che operano illegalmente, fuori dal controllo delle autorità. Preparano i bambini per essere da grandi, domani dei terroristi. E ancora dobbiamo fermare il flusso di finanziamento da Arabia Saudita, Qatar, Emirati Arabi Uniti, Kuwait, Marocco e Algeria, per costruire moschee in Francia.

    Correlati:

    Militari iracheni mostrano video con duello tra carro armato e "jihad-mobile" (VIDEO)
    Per deputato turco insegnamento "jihad superiore a matematica"
    Le forze speciali russe a Palmira distruggono la "jihad mobile"
    Tags:
    jihadisti, jihad, Francia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik