17:21 21 Aprile 2018
Roma+ 24°C
Mosca+ 20°C
    SpaceX CEO Elon Musk speaks after unveiling the Dragon V2 spacecraft in Hawthorne, California, US on May 29, 2014.

    Elon Musk accusato di aver creato un enorme buco nella ionosfera

    © REUTERS / Mario Anzuoni
    Mondo
    URL abbreviato
    5225

    Il lancio del razzo Space X Falcon 9, partito ad agosto dal satellite taiwanese in orbita, ha portato alla formazione di un buco di 900 chilometri nella ionosfera. Lo afferma uno studio degli scienziati dell'università Nazionale di Taiwan, ne scrive il Times Tech.

    Il peso relativamente leggero del trasporto ha permesso di lanciare il missile con una traiettoria quasi verticale invece che curva, questo consente di superare l'attrazione più facilmente. Il risultato è stato che l'onda d'urto non è stata a forma di v ma circolare, e insieme alle emissioni di gas di scarico dei motori, questo ha portato alla nascita nel plasma della ionosfera di un buco di diametro di circa 900 chilometri. E' stato rilevato che è successo nel corso di poche ore. I ricercatori affermano che l'onda è diventata la più potente di tutta la storia dei lanci spaziali.

    Gli scienziati sottolineano che tali interruzioni nella ionosfera possono causare errori nei sistemi GPS. Space X è una società americana, fondata e guidata dall'imprenditore Elon Musk.

    Correlati:

    I missili Space X sono pericolosi per gli umani
    Elon Musk racconta come l'umanità può sopravvivere alla Terza Guerra Mondiale
    Astronomi scettici sul programma di Elon Musk: “Tesla non raggiungerà gli asteroidi”
    Tags:
    Apparecchiature spaziali, Lancio, Elon Musk, Spazio
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik