07:12 25 Maggio 2018
Roma+ 15°C
Mosca+ 13°C
    Inquinamento dell'ambiente

    Siamo vicini alla fine dell’umanità?

    © AP Photo / Branden Camp
    Mondo
    URL abbreviato
    787

    Dopo che il noto biologo Paul Ehrlich ha raccontato al Guardian sulle possibili tragiche conseguenze della sovrappopolazione e dell’incremento dell’inquinamento sul nostro pianeta, Spuntik gli ha chiesto un commento su tale problema.

    Secondo Ehrlich il collasso delle civiltà umana sarà inevitabile tra alcune decadi.

    "Potrebbe essere causato da una guerra nucleare, siccità e inondazioni che porterebbero ad una carestia di massa, allo scoppio di una bolla del debito, a disordini politici dovuti a flussi di rifugiati o alle crescenti ineguaglianze economiche, a guerre commerciali, a causa del terrorismo o a combinazioni di questi e altri fattori" ha detto il ricercatore.

    Le principali ragioni alla base di tutte queste previsioni negative sono, secondo lo scienziato, la sovrappopolazione e l‘iper-consumo. È sicuro che questi due fattori porteranno la nostra civiltà oltre il proprio limite.

    "Il problema di fondo è la distruzione dei sistemi di supporto alla vita umana attraverso la crescita del consumo totale, che è un prodotto della crescita delle dimensioni della popolazione e della crescita del consumo pro capite. Diverse forme di diseguaglianze, come quelle di genere, razza, religione ridurrebbero la probabilità che le persone garantiscano la cooperazione necessaria per evitare un collasso" ha affermato l'analista.

    Secondo Ehrlich dal momento in cui ha pubblicato il suo libro The Population Bomb già 50 anni fa, la situazione è decisamente peggiorata.

    "La popolazione è raddoppiata, le perturbazioni climatiche sono ora molto più forti e stanno già causando problemi, presto ci sarà più plastica negli oceani che pesci, le sostanze chimiche sintetiche che imitano gli ormoni che oggi inquinano la terra da un polo all'altro sono la probabile causa della diminuzione degli spermatozoi negli uomini di tutto il mondo, quasi la metà della fauna selvatica è stata sterminata nella più grande estinzione di massa degli ultimi 66 milioni di anni" ha detto l'analista.

    Secondo lui, le probabilità che una guerra nucleare globale annienti la civiltà è ora anche "più alta che in qualsiasi momento durante la Guerra Fredda, fatta eccezione per la crisi dei missili di Cuba".

    Sebbene ci siano stati numerosi avvertimenti sul modo in cui gli esseri umani stanno minacciando la vita sulla terra, i governi e la comunità internazionale non sono riusciti finora a ridurre questa minaccia, ed Ehrlich crede che ci siano diverse ragioni per questo.

    Tra questi ci sono "la mancanza di istruzione nelle scienze di base, specialmente tra economisti e politici, che pensano che la crescita economica sia la cura di tutto piuttosto che di quello che realmente è: la malattia di base" ha detto l'analista, aggiungendo che un ruolo chiave è ricoperto anche dai tratti negativi dell'essere umano come "avidità, stupidità e arroganza".

    Rispondendo alla domanda su quali misure considera essenziali per cambiare la situazione in meglio, lo scienziato ha affermato che, tra le altre cose, è importante "garantire moderne tecniche di contraccezione e sostenere l'aborto per tutti, dare alle donne pari diritti e opportunità come per gli uomini, porre fine alla discriminazione razziale e religiosa in modo che tutte le persone siano libere di aiutare a risolvere i problemi umani e ridistribuire la ricchezza".

    Oceano
    © Sputnik . Vladimir Astapkovich
    Dal momento della pubblicazione nel 1968 sono state vendute più di due milioni di copie del libro scritto da Ehrlich e sua moglie. Il libro è stato tradotto in molte lingue.

    Nel libro gli autori sostengono che centinaia di milioni di persone sarebbero morte di fame negli anni '70 ma che, questa tragedia è stata evitata grazie ad una rivoluzione agricola.

    A maggio, saranno trascorsi 50 anni dalla pubblicazione del lavoro di Ehrlich e l'autore rimarrà fedele alle sue predizioni. Sebbene alcuni aspetti e tempistiche sono sbagliati, Ehrlich è sicuro che l'idea generale del libro corrisponda alla realtà.

    Correlati:

    La fine dell'umanità per la guerra nucleare mostrata in un video
    Umanità minacciata dalla “malattia x”
    Elon Musk racconta come l'umanità può sopravvivere alla Terza Guerra Mondiale
    Gli scienziati prevedono un rapido declino dell'umanità
    Clima, l'allarme di Stephen Hawking: l'umanità dovrà cercarsi un'altra casa
    L'inquinamento rende "fragile" il pene degli orsi polari
    Tags:
    Crisi globale, carestia, riscaldamento globale, Popolazione, invecchiamento popolazione, tematiche di rilevanza globale, Mondo
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik