23:11 12 Novembre 2018
Eroina

Studiosi svelano la causa dell’epidemia di eroina in USA

© flickr.com/ ukhomeoffice
Mondo
URL abbreviato
771

Gli oppioidi continuano a diffondersi in USA a causa dell’aumento della disoccupazione, dei problemi famigliari e dell’incertezza economica in diverse regioni del paese. È stato dichiarato in un articolo dell’American Journal of Preventive Medicine.

"Bisogna occuparsi velocemente del problema. Non può essere risolto pompando naloxone e ossicodone nelle vittime. Gli oppiacei non sono solo droghe, ma sono un sintomo di problemi economici e sociali molto più gravi" ha dichiarato Shannon Monnat dell'Università del Michigan ad Ann Arbor, negli Stati Uniti.

Come ha dicharato Shannon Monnat gli oppioidi sono molto diffusi in quelle regioni dove gli abitanti incontrano ogni giorno sempre più difficoltà. Specialmente per chi non ha ricevuto un istruzione superiore.

Negli ultimi dieci anni gli attivisti sociali e successivamente anche politici di alto livello hanno iniziato a parlare apertamente della nuova epidemia di tossicodipendenti negli Stati Uniti. Secondo diversi studiosi la crisi è dovuta alla diffusione non controllata di ossicodone e altri antidolorifici a base di oppioidi che i dottori, con la complicità delle case farmaceutiche produttrici, prescrivono ai pazienti con malattie croniche.

Quando le autorità se ne sono rese conto hanno ridotto la disponibilità di questi antidolorifici oppioidi, il che ha portato gli amanti di queste sostanze a passare al consumo di analoghi "da strada", come eroina, morfina e altri oppioidi sintetici. La cosa ovviamente ha portato a un netto aumento dei morti da overdose. Solo negli ultimi 10 anni sono morti più di 500 000 americani. Come osserva Monnat oggi nella società americane a nella stampa, grazie ai dirigenti nella Casa Bianca, è emersa l'opinione che il problema interessa praticamente tutti gli stati e tutti i livelli sociali. Gli studiosi hanno verificato se fosse davvero così. Per fare questo, hanno raccolto statistiche sul numero di morti da oppiacei in diverse città e stati e lo hanno confrontato con i problemi che interessano i residenti di questi luoghi.

Analizzando i cambiamenti economici e sociali nelle regioni interessate dal problema negli ultimi 10 anni hanno scoperto che il numero dei tossicodipendenti e le morti da overdose è aumentato li dove la situazione è peggiorata di più.

Quindi, un'immagine simile è stata vista negli stati del nord-est del paese, dove i vecchi centri industriali e le miniere di carbone sono in uno stato di declino. La stessa cosa è accaduta nel nord della California e in alcuni stati del sud del paese dove la depressione economica regna da più di 10 anni. Più alto è il livello di disagio economico, più emergono problemi sociali e divorzi, più spesso la gente del luogo muore a causa della droga.

Tutto questo, secondo Monnat, afferma che l'epidemia degli oppiacei non può essere sconfitta "con la forza", distruggendo grandi quantità di droghe e arrestando i loro fornitori. Per eliminarlo, è necessario affrontare problemi sociali ed economici che spingono le persone verso la droga, fornendo loro condizioni di vita decenti, un lavoro e aiuti per rafforzare le famiglie, concludono gli studiosi.

Correlati:

Afghanistan, ISIS cercherà di prendere il controllo del traffico di eroina
Il “regalo americano” all'Afghanistan: boom di eroina e AIDS
In crescita il traffico di eroina tra Afghanistan e Russia
Tags:
Droga, eroina, droga, Povertà, Problemi, Casa Bianca, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik