05:42 21 Aprile 2018
Roma+ 13°C
Mosca+ 10°C
    Spazio

    Spazio, scienziato spagnolo crea metodo per scoprire vita extraterrestre

    CC0 / Pixabay
    Mondo
    URL abbreviato
    627

    L'astrofisico spagnolo Héctor Socas dell'istituto di astrofisica delle isole Canarie ha sviluppato un metodo di ricerca che consente, con l'aiuto di futuri grandi telescopi, di trovare vita extraterrestre.

    Nel suo lavoro pubblicato su The Astrohpysical Journal, Socas offre vari nuovi modi per identificare le tracce che potrebbero lasciare sviluppi tecnologici avanzati in altri sistemi stellari con una vita intelligente.

    "L'idea dell'articolo è di mostrare quale sarà la traccia del pianeta con molti satelliti artificiali. Varie simulazioni di questa traccia sono proposte per diversi scenari. Le persone che sono impegnate nella ricerca di altri pianeti devono solo prestare attenzione a tali indicatori", ha spiegato lo scienziato a Sputnik.

    Per rilevare tali indicatori è possibile utilizzare i satelliti esistenti, che sono impegnati nella ricerca di pianeti e degli anelli attorno ai pianeti.

    Tuttavia, il problema di questa ricerca è che l'uomo e la sua attività sono presi come base, mentre la vita aliena intelligente può essere molto diversa da quella dell'uomo.

    "Ho sempre confrontato la ricerca di vita extraterrestre con la ricerca di un ago in un pagliaio, mentre non sai di quale forma e colore sia questo ago. E in generale non sono sicuro che ci sia. Ecco perché penso che dovremmo provare a cercare in tutti i modi possibili", ha affermato Socas.

    Secondo lo scienziato, è facile determinare mediante l'analisi dell'atmosfera che ci sono piante sulla Terra, ma per la scoperta dell'umanità sarebbe necessario utilizzare tecnologie molto avanzate.

    Anche i nostri segnali radio sono molto deboli per essere rilevati alla distanza di altre stelle. Ma se continuiamo a posizionare satelliti artificiali alla stessa velocità di oggi, pensa Socas, entro il 2200 saremo in grado di scoprire la vita negli altri sistemi stellari.

    Lo scienziato ha sottolineato che sono molti gli studiosi convinti che oltre a cercare la vita extraterrestre, dovremmo inviare segnali della nostra esistenza.

    "Penso che questo problema in un determinato momento sarà deciso non dagli scienziati, ma da tutta l'umanità, forse attraverso un referendum globale", suggerisce Socas.

    Lo studio dell'astrofisico spagnolo ha suscitato l'interesse dei colleghi scienziati e persino del progetto SETI, impegnato nella ricerca di vita extraterrestre.

    Correlati:

    Spazio: spedizione 55/56 parte per la Stazione spaziale internazionale
    Il Brasile sogna lo spazio, ma senza l’Ucraina
    Nello spazio potrebbero già trovarsi i primi satelliti illegali
    Tags:
    vita, ricerca scientifica, extraterrestre, spazio
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik