09:01 22 Aprile 2018
Roma+ 14°C
Mosca+ 3°C
    Kamchatka

    Sismologi mettono in guardia da possibile tsunami nell'Estremo Oriente russo

    © Sputnik . Alexandr Piragis
    Mondo
    URL abbreviato
    0 20

    I sismologi russi confermano la possibilità che un potente tsunami si possa abbattere sulle coste del distretto federale dell'Estremo Oriente nel prossimo futuro, allo stesso tempo osservano che è stato elaborato il meccanismo di notifica con la pericolosità del cataclisma.

    In precedenza il centro "Antistikhia" aveva riferito che nel 2018 si sarebbe potuto verificare un forte sisma che avrebbe creato uno tsunami con un'intensità di 5 punti sulla scala Imamura-Iida-Soloviev a largo delle coste della Kamchatka, dell'Isola di Sakhalin, delle Isole Curili e della regione di Vladivostok (Primorsky Krai).

    Questi dati sono coerenti con l'attuale previsione a lungo termine di un terremoto di magnitudo 7,7 o superiore, sostiene il direttore dell'Istituto di Geofisica della Kamchatka dell'Accademia Russa delle Scienze Danil Chebrov.

    "La probabilità di questo terremoto in questa zona per i prossimi cinque anni è di circa il 30%. Sismi di questa intensità si verificano regolarmente in Kamchatka e nelle isole Curili, motivo per cui la nostra regione è la zona sismicamente più attiva nel mondo".

    Tags:
    Scienza e Tecnica, Terremoto, tsunami, Oceano Pacifico, Isole Curili, Kamchatka, Estremo Oriente, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik