09:56 21 Aprile 2018
Roma+ 15°C
Mosca+ 14°C
    Il leader della Lega Nord Matteo Salvini

    Salvini ha chiesto di cancellare le sanzioni contro la Russia

    © AP Photo / Luca Bruno
    Mondo
    URL abbreviato
    431280

    Il candidato premier italiano della coalizione politica di centro-destra, il leader della Lega, Matteo Salvini ha chiesto di cancellare le "folli" sanzioni imposte dall'Unione Europea contro la Russia, e non alimentare la paura della presunta minaccia russa.

    "Le sanzioni economiche contro la Russia sono una follia, direzionate contro un mercato vicino ed amico. Voglio lavorare per la pace, non per la guerra. Non voglio raggruppare piccoli carri armati come al gioco Risk. Il pericolo è il terrorismo islamico, ma i carri per qualche motivo avanzano contro la Russia.

    Avete davvero paura che vi conquisterà l'esercito russo?" ha detto il noto politico nel corso di un evento pubblico tenutosi lunedì sera a Udine, Italia del nord.

    Salvini ha invitato gli italiani a recuperare il controllo del proprio paese. "Né a Berlino, né a Parigi, né a Bruxelles ci devono spiegare come gestire l'Italia", ha sottolineato.

    Durante il suo discorso il leader di 45 anni ha ricordato che si sono tenute domenica in Russia le elezioni presidenziali, con la vittoria schiacciante di Vladimir Putin. "Ieri in Russia il popolo ha votato, per iscritto mi sono congratulato con il presidente Putin" ha detto Salvini.

    Lunedi sui suoi account Facebook e Twitter ha pubblicato una foto del leader russo con la scritta "Buon lavoro, presidente".

    Matteo Salvini
    © Foto : fornita da Eliseo Bertolasi
    Salvini che guida la Lega da dicembre 2013, è diventato noto in tutta Europa e altrove, prima di tutto, grazie a una campagna attiva contro le sanzioni anti-russe, ma anche perché ha criticato la politica economica dell'UE e della moneta unica europea. E ' stato il primo leader di un partito italiano che ha apertamente riconosciuto la riunificazione della Crimea con la Russia.  Alle elezioni italiane parlamentari del 4 marzo la coalizione del centro-destra formata dai partiti Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia, ha ottenuto il miglior risultato, con il sostegno del 37% degli elettori. La Lega ha battuto il partito dell'ex-premier Silvio Berlusconi, Salvini è diventato il candidato delle forze di centro-destra che aspira alla carica di primo ministro d'Italia.

    Il rapporto della Russia e dei paesi occidentali si è aggravato a causa della situazione in Ucraina e Crimea. L'Occidente, accusando la Russia di intervento, ha introdotto sanzioni antirusse. I paesi dell'UE hanno approvato prima sanzioni individuali contro persone fisiche, poi settoriali misure restrittive che riguardano l'intero settore dell'economia. Mosca ha adottato misure di ritorsione, ha istaurato un corso per la sostituzione delle importazioni e più di una volta ha dichiarato che parlare la lingua delle sanzioni è controproducente. Il 12 marzo il Consiglio dell'UE ha prorogato le misure restrittive "per le azioni che minano o minacciano l'integrità territoriale, la sovranità e l'indipendenza dell'Ucraina" per altri sei mesi, fino al 15 settembre 2018.

    Correlati:

    Usa-Russia, Mosca: allargheremo "black list" in risposta a sanzioni
    Sanzioni alla Russia, è guerra contro tutti
    USA: senatori propongono sanzioni contro Turchia per acquisti armi russe
    L'UE ha erroneamente annunciato nuove sanzioni contro Damasco
    Tags:
    Sanzioni contro la Russia, sanzioni, Matteo Salvini, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik