16:47 16 Luglio 2018
Polonia

Media: Polonia vuole espellere diplomatici russi in solidarietà con Londra

© AP Photo / Alik Keplicz
Mondo
URL abbreviato
Avvelenamento Skripal (121)
18240

La Polonia sta valutando la possibilità di espellere dal paese dei diplomatici russi in solidarietà con Londra dopo l’avvelenamento dell’ex ufficiale dei servizi segreti sovietici Sergey Skripal, scrive Gazeta Prawna.

Secondo la pubblicazione, Varsavia sta anche valutando l'imposizione di sanzioni contro Mosca, che saranno dirette a società e funzionari russi. Si noti che le discussioni su questo tema sono iniziate la settimana scorsa, ma la decisione è stata rinviata fino a quando non verranno pubblicati i risultati delle elezioni presidenziali in Russia.

Le fonti del giornale hanno riferito che, dal punto di vista del governo polacco, l'opzione migliore sarebbe l'azione congiunta contro la Russia a livello dell'UE. Se i governi europei non riescono a trovare un accordo su un'unica risposta, Varsavia potrà imporre le proprie misure restrittive contro Mosca.

In precedenza, il vice Ministro degli esteri della Polonia Konrad Szymanski ha detto che Varsavia avrebbe cercato di convincere la Germania ad abbandonare il progetto per la costruzione del gasdotto Nord Stream 2 sullo sfondo dell'avvelenamento dell'ex ufficiale dei servizi segreti sovietici, il colonnello Sergei Skripal. Secondo lui, l'incidente a Salisbury offre uno spunto di riflessione per "capire se la Russia sia un partner affidabile o meno".

Skripal e sua figlia Julia sono stati trovati il ​​4 marzo in uno stato di incoscienza a Salisbury. Secondo il governo britannico, sono stati avvelenati con un agente nervino presumibilmente prodotto in Russia.

Londra sostiene che Mosca è coinvolta nell'avvelenamento, ma le prove per questa versione non sono ancora state rese pubbliche. Il primo ministro britannico Theresa May ha annunciato una serie di misure restrittive nei confronti della Russia, tra cui l'espulsione di 23 diplomatici in una settimana e il congelamento dei contatti bilaterali ad alto livello.

In risposta, il Ministero degli esteri russo ha dichiarato persona non grata 23 dipendenti dell'Ambasciata britannica, ha ritirato il consenso per l'apertura del Consolato Generale di San Pietroburgo, e ha anche annunciato la cessazione delle attività del British Council in connessione con la sua posizione instabile.

Tema:
Avvelenamento Skripal (121)

Correlati:

Appello di Paesi baltici e Polonia a membri UE sul gasdotto Nord Stream 2
Rivista americana racconta come la Polonia intende affrontare la Russia
Russia, ministero Esteri invita la Polonia a rispettare accordi sui monumenti sovietici
Polonia vuole ottenere dalla Germania risarcimento di 850 miliardi di dollari
Tags:
Relazioni Internazionali, avvelenamento, relazioni bilaterali, relazioni diplomatiche, Relazioni con la Russia, espulsione, governo, Sergei Skripal, Regno Unito, Polonia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik