00:21 17 Ottobre 2018
Gutha orientale, Siria

L'UE ha erroneamente annunciato nuove sanzioni contro Damasco

© REUTERS / Bassam Khabieh
Mondo
URL abbreviato
8118

Il Consiglio dell'Unione Europea ha pubblicato prematuramente una decisione sull'imposizione di nuove sanzioni contro la Siria. Lo ha dichiarato il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov.

Konashenkov ha raccontato che sul sito web del Consiglio dell'UE è stata pubblicata una dichiarazione "sull'introduzione di nuove sanzioni contro la Siria per gli attacchi chimici contro i civili". Tale dichiarazione non era datata 15 marzo, ma 19 marzo, data del vertice dei ministri degli Esteri dell'UE a Bruxelles.

Secondo il documento, le sanzioni sono state estese a quattro persone per "la partecipazione alla creazione di armi chimiche e il loro uso contro i civili".

"Certamente, i membri del servizio stampa del Consiglio dell'UE hanno ritirato questo messaggio con grande imbarazzo, e non è chiaro come i ministri degli Esteri dell'UE voteranno ora durante la riunione del 19 marzo", ha detto Konashenkov.

Il 15 marzo una serie di media occidentali hanno riferito che l'esercito siriano "ha impiegato armi chimiche" nella città di Hammour, nella Gutha orientale. A causa dell'attacco chimico sarebbero morte diverse persone per asfissia.

Konashenkov ha smentito la notizia e ha affermato che "non si è verificato né si verificherà" nessun attacco chimico nella Gutha orientale.

 

Correlati:

Siria, Lavrov: inaccettabili minacce Usa di attacchi unilaterali
Siria, Mosca: più di 13 mila profughi hanno lasciato il Ghouta
Lanciato nel 2013 dagli USA lo spettacolo delle armi chimiche in Siria
Tags:
Sanzioni, Smentita, Armi chimiche, attacco, consiglio dell'Ue, generale Igor Konashenkov, Russia, UE, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik