13:28 20 Settembre 2018
The Commander of the U.S. Pacific Command, Admiral Harry Harris, testifies before a House Armed Services Committee hearing on Military Assessment of the Security Challenges in the Indo-Asia-Pacific Region on Capitol Hill in Washington, U.S, April 26, 2017

Ammiraglio USA: Russia simula attacchi nucleari contro territorio USA

© REUTERS / Yuri Gripas
Mondo
URL abbreviato
13270

La Russia simula regolarmente degli attacchi nucleari contro il territorio statunitense durante le sue esercitazioni militari ha dichiarato l’ammiraglio americano in pensione Harry Harris durante un discorso al Senato.

"Le forze strategiche missilistiche russe si stanno ammodernando e conducono regolarmente esercitazioni militari con simulazioni di attacchi nuclaeri contro la parte continentale degli Stati Uniti" ha dichiarato l'ammiraglio americano.

Ha espresso l'opinione secondo la quale i bombardieri russi Tu-95 conducono voli lungo i confini USA e del Canada con l'obiettivo di addestrare gli equipaggi degli aerei. Harris ha osservato che le forze strategiche di terra simulano anche attacchi nucleari contro la parte continentale del Nord America.

L'ammiraglio ha anche espresso la sua preoccupazione in relazione all'entrata in servizio nella marina russa di due nuovi sottomarini nucleari strategici classe Borei, equipaggiati con missili intercontinentali. A detta sua questi armamenti hanno significativamente incrementato le capacità della Russia di condurre un attacco nucleare.

 

Correlati:

CNN: nuovo "temibile arsenale nucleare" permetterà a Putin di colpire ovunque nel mondo
Russia: la distruzione di un asteroide con l'esplosione nucleare
"Gli USA diventeranno un Paese canaglia se romperanno l'accordo nucleare con l'Iran"
Segretario generale della NATO accusa Russia di scatenare nuova corsa al nucleare
Tags:
missili, Missile intercontinentale, missile balistico, missile, forze armate, esercitazioni, Esercitazioni di tiro, missione, Missili, Forze Strategiche Missilistiche, harry harris, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik