19:04 23 Maggio 2018
Roma+ 22°C
Mosca+ 22°C
    Big Ben, Londra

    Skripal, Chizhov: linguaggio ultimatum non funziona con Russia

    © REUTERS / Luke MacGregor
    Mondo
    URL abbreviato
    Avvelenamento Skripal (120)
    12703

    L'inviato russo alla Ue: La Russia non teme nulla. E avrebbe dovuto partecipare alle indagini.

    La Russia non teme nulla, il linguaggio degli ultimatum non funzionerà: lo ha detto l'inviato russo all'Unione europea Vladimir Chizhov, commentando l'avvelenamento dell'ex agente russo Sergei Skripal e l'ultimatum lanciato dal primo ministro britannico Theresa May per avere spiegazioni da Mosca.

    "Sfortunatamente — ha spiegato Chizhov a Euronews — Londra ha scelto il linguaggio degli ultimatum, e posso dire fin dall'inizio che tale linguaggio non funziona con la Russia. La Russia non teme nulla. Si rammarica, sì. Io mi sono rammaricato nell'ascoltare i dibattiti nel parlamento britannico e le dichiarazioni ufficiali, invece questa situazione dovrebbe essere adeguatamente risolta, e la Russia avrebbe dovuto essere invitata a prendere parte alle indagini".

    Tema:
    Avvelenamento Skripal (120)

    Correlati:

    Avvelenamento Skripal
    Skripal, ambasciata russa: Nessuna prova nostro coinvolgimento
    Tags:
    avvelenamento, Indagini, Ultimatum, Sergei Skripal, Gran Bretagna, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik