02:02 12 Dicembre 2018
Costruzionee del gasdotto Nord Stream 2

USA: pronti a competere con Russia per export di gas in Europa

© Sputnik . Igor Zarembo
Mondo
URL abbreviato
8214

Le aziende americane sono pronte a competere con la Russia nel mercato del gas in Europa, ha dichiarato a RIA Novosti il vice assistente del Segretario di stato, Sandra Oudkirk.

"Gli USA già competono con la Russia come esportatore di gas naturale liquefatto e di petrolio sul mercato globale. Siamo pronti a competere anche sul mercato del gas europeo. Ci sono già 30 piattaforme di stoccaggio e rigassificazione" ha detto Oudkirk ai margini della conferenza sull'energia, che ha avuto luogo nel Consiglio Atlantico.

Tuttavia, ha riconosciuto che "è ovvio: l'importo che gli Stati Uniti possono vendere alla UE, e tanto meno il fatto che la Russia può vendere attraverso i suoi oleodotti."

"Vogliamo vendere il nostro gas in tutto il mondo, dove il prezzo è competitivo per questo abbiamo certamente bisogno di trattare con l'ottimizzazione del costo della rigassificazione, liquefazione e lo stoccaggio." — ha concluso l'agenzia.

Durante la discussione al Consiglio Atlantico, Oudkirk si è energicamente opposta alla costruzione del "Nord Stream-2". Secondo lei, questo progetto garantirebbe alla Gazprom un monopolio e chiuderebbe il mercato a forniture alternative.

Il progetto North Stream 2 prevede la realizzazione di un gasdotto con due linee, dalla capacità totale a 55 miliardi di metri cubi di gas all'anno, che si estenderà dalla costa russa del Mar Baltico in Germania. La nuova pipeline dovrebbe essere costruita accanto al "Nord Stream". Alla realizzazione del progetto si oppongono un certo numero di paesi, in particolare l'Ucraina che teme di perdere i guadagni dal transito del gas russo, e gli Stati Uniti, che pianificano ambiziosi piani di esportazione di gas naturale liquefatto in Europa.

Tags:
Esportazione gas, Gas dall'Europa, Gas russo, Gas, Nord Stream, gas della Russia, gasdotto, gas, Nord Stream-2, Acquisti gas, forniture di gas, Dipartimento di Stato, Europa, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik