20:05 22 Aprile 2018
Roma+ 20°C
Mosca+ 3°C
    Ghouta dell'est, Siria

    Il Pentagono rifiuta di commentare la discussione di nuove misure contro Assad

    © REUTERS / Bassam Khabieh
    Mondo
    URL abbreviato
    8023

    Il Ministero della Difesa USA ha rifiutato di commentare le informazioni sulla pianificazione di un nuovo attacco militare in Siria, a causa del presunto uso di armi chimiche da parte delle autorità del paese.

    "Di regola, non stiamo discutendo di futuri piani di guerra", ha dichiarato il portavoce del Pentagono Adrian Rankin-Galloway. In precedenza il Washington Post, citando una fonte, ha riferito che l'amministrazione del presidente USA sta valutando le opzioni per nuove misure militari contro il governo della Siria. Secondo il giornale, il presidente la scorsa settimana ha discusso delle azioni possibili con il capo di gabinetto John Kelly, l'assistente del presidente per la sicurezza nazionale Herbert McMaster, il capo del Pentagono Jim Mattison. Trump ha esaminato le opzioni "per punire il governo di Assad dopo le informazioni sugli attacchi con l'uso di cloro", scrive il giornale. 

    La portavoce del Pentagono, Dana White ha smentito il messaggio secondo cui Mattis ha partecipato alla riunione e ha sottolineato che "la discussione non è avvenuta". Secondo un alto funzionario dell'amministrazione, Mattis era "decisamente" contro la risposta militare dopo le informazioni sugli attacchi chimici, McMaster a favore. Secondo la fonte, Trump non ha approvato l'azione militare, i funzionari continuano a seguire la situazione. 

    Accuse di attacchi chimici

    In precedenza è stato riferito che una commissione internazionale indipendente che indaga sui crimini in Siria ha riferito del possibile utilizzo del cloro nel combattimento a Ghouta est e Idlib. Con simili accuse per l'uso di armi chimiche alla fine di gennaio si è espresso il segretario di Stato USA Rex Tillerson. In un incontro a Parigi per contrastare "l'impunità dell'uso di armi chimiche", ha detto che le autorità siriane il 22 gennaio hanno presumibilmente usato armi chimiche contro la popolazione civile a Ghouta est. Il Dipartimento di stato USA ha anche sottolineato che la Russia sfrutta tutte le opportunità per proteggere il regime del presidente Bashar al-Assad, che presumibilmente "continua a utilizzare armi chimiche".

    Il ministero della Difesa della Russia ha risposto che i tentativi degli USA per fare credere che la Siria usi armi chimiche si basano sul passaparola dei social network e testimonianze di militanti, ma non sono mai confermati dai fatti. Il ministero degli esteri siriano ha definito infondate le accuse da parte degli USA sull'uso di armi chimiche a Ghouta est e ha condannato fermamente queste dichiarazioni. Inoltre, il ministero della Difesa ha sottolineato che l'amministrazione americana ignora i fatti oggettivi dell'uso di sostanze tossiche da parte dei terroristi contro l'esercito siriano e la popolazione civile.

    Informazioni di nuovi attacchi chimici in Siria sono cominciate a circolare mentre c'era la consultazione internazionale sulla necessità di un'indagine per questi reati.

    Precedente

    L'opposizione siriana il 4 aprile 2017 ha riferito di 80 vittime  e 200 feriti per attacchi con l'uso di armi chimiche nella città di Khan Sheikun nella provincia di Idlib.  Responsabili dell'attacco sono state definite le truppe governative in Siria, che energicamente hanno respinto le accuse e hanno dato la responsabilità ai miliziani. Le autorità siriane hanno dichiarato di non aver mai usato armi chimiche contro civili e terroristi, l'intero arsenale chimico del paese è stato portato via sotto controllo l'OPAC. Nonostante questo, degli USA dopo pochi giorni hanno sferrato un massiccio attacco missilistico alla base aerea di Shairat, affermando che nel luogo c'erano aerei con armi chimiche. Nessuna prova è stata presentata, gli esperti internazionali non hanno visitato la base aerea.

    Correlati:

    Ministero della difesa russo: USA creano in Siria “riserva per i terroristi”
    La rivista ufficiale dell'esercito USA ha scritto sulla vittoria russa in Siria
    Siria, Ben-Zvi: Israele in contatto con Russia per ritiro truppe sciite
    Tags:
    Armi chimiche, Pentagono, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik