17:30 21 Aprile 2018
Roma+ 24°C
Mosca+ 20°C
    Vladímir Putin, presidente de Rusia

    Putin esclude possibilità di estradare in USA i russi accusati di ingerenze

    © Sputnik . Alexey Nikolsky
    Mondo
    URL abbreviato
    13381

    La Russia non estraderà negli Stati Uniti i suoi cittadini che sono stati accusati di aver interferito nelle elezioni americane del 2016, ha detto Vladimir Putin in un'intervista alla NBC.

    "Mai, la Russia non estraderà i suoi cittadini in nessun paese, nemmeno negli Stati Uniti", ha detto.

    Putin ha aggiunto che gli imputati non sono stati rappresentati dalle autorità russe. "Che cosa hanno fatto esattamente, non ne ho idea", ha detto.

    Il presidente ha anche invitato le sue controparti americane a inviare materiali pertinenti invece di "parlare alla stampa". "Siamo pronti ad analizzare i materiali e a parlarne", ha detto Putin.

    L'ufficio del procuratore speciale Robert Mueller, che sta indagando sul cosiddetto intervento russo nelle elezioni americane nel 2016, nel mese di febbraio ha pubblicato l'atto d'accusa contro coloro che sono sospettati di aver commesso il crimine.

    Il documento, che è stato preparato per nove mesi, contiene circa 40 pagine e menziona 13 cittadini russi. Secondo il documento questi cittadini erano capeggiati dal ristoratore Evgeny Prigozhinym, che secondo il procuratore volevano, ma non sono stati in grado, influenzare i risultati delle elezioni presidenziali degli Stati Uniti.

    Mosca non esclude che risponderà alle possibili sanzioni statunitensi contro i russi della "lista dei Mueller". Il viceministro degli esteri Sergey Ryabkov ha dichiarato che le autorità reagiscono sempre a tali misure.

    Negli Stati Uniti e in alcuni paesi europei vengono periodicamente mosse delle accuse contro Mosca di interferenze nelle elezioni, ma non sono mai state fornite le prove che tali interferenze siano avvenute.

    La Russia ha ripetutamente negato le accuse, il portavoce presidenziale Dmitry Peskov li ha definiti "assolutamente infondati". Il ministro degli esteri Sergey Lavrov, commentando queste accuse, ha sottolineato che non ci sono fatti a sostegno di questo.

     

    Correlati:

    Esperto: molto più aggressiva la nuova dottrina USA che il discorso di Putin
    Vladimir Putin canta l'inno nazionale
    Esperto: l’Occidente strumentalizza il discorso di Putin sulle armi
    Russiagate, Trump: Mai chiesto il licenziamento di Mueller, è una notizia falsa
    Tags:
    Indagine, indagine, il ministero degli Esteri, Sergey Ryabkov, Robert Mueller, Vladimir Putin, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik