16:50 21 Maggio 2018
Roma+ 24°C
Mosca+ 20°C
    Turisti cinesi in Russia

    SCMP: stufi di Parigi e Milano, i ricchi turisti cinesi se ne vanno in Russia

    © Sputnik . Alexander Galperin
    Mondo
    URL abbreviato
    261

    Mosca e San Pietroburgo negli ultimi anni attirano sempre più ricchi turisti cinesi, oramai stanchi delle destinazioni principali dell’Europa Occidentale, comunica il South China Morning Post. Come si osserva nell’articolo, l'afflusso di cinesi è promosso dall'efficace politica delle autorità e degli imprenditori russi.

    Quando "l'esperta turista cinese" Maggie Xu con due sue amiche si è recata a Mosca, la capitale russa non le ha fatto una impressione troppo piacevole: le ragazze hanno dovuto sopportare la "confusione" all'aeroporto, cercare il loro autista per molto tempo per poi restare bloccate in un enorme ingorgo sulla strada per l'hotel Ritz-Carlton dove avevano prenotato le loro camere, scrive il South China Morning Post. Tuttavia, quando le ragazze si sono abituate sono rimaste subito affascinate dalle "luci scintillanti che della via Tverskaya: gli Champs Elysees di Mosca" ha detto il giornale. "In quella fredda notte invernale in città regnava un'atmosfera gioiosa come quella di un parco di divertimenti" ha detto Maggie al giornalista di SCMP.

    Xu e le sue amiche, rappresentanti dei nuovi  "ricchi e generosi viaggiatori cinesi, in aumento negli ultimi anni, che sono alla ricerca di un'alternativa alle mete già trite e ritrite di Parigi, New York, Londra e Milano, e che ora si stanno dirigendo verso città con una reputazione meno attraente come ad esempio a Mosca e San Pietroburgo" spiega l'autore del materiale. Secondo l'articolo le grandi città russe da tempo hanno  acquisito un "fascino lucido e fresco" che almeno in parte è dovuto al risultato del lavoro del governo russo insieme ai rappresentanti dell'industria del turismo nel 2014 sul programma di Cina-friendly: un progetto finalizzato ad attrarre turisti cinesi attraverso l'introduzione di un regime di esenzione dal visto per gruppi turistici provenienti dalla Cina, che migliorano la qualità generale dei servizi (compreso il reclutamento di personale che possiede il cinese), l'aggiornamento di hotel e ristoranti e, naturalmente, un ampliamento delle opportunità per lo shopping, che in parallelo stimola il deprezzamento del rublo contro lo yuan.

    Come sottolinea il corrispondente di SCMP citando l'amministrazione della città di Mosca, già l'anno prossimo dopo il lancio del programma per i turisti cinesi sono stati spesi nella capitale russa dai $800 milioni al $1 miliardo, metnre nel 2016 fino a due miliardi di dollari. All'inizio di quest'anno il governo russo spera di attirare ancora più denaro dalla Cina, permettendo il commercio esente da dazio per i turisti in un certo numero di noti negozi russi.

    "Come persona che ha visitato più di 45 paesi e regioni, considero la Russia una buona opzione. Sappiamo che l'ex Unione Sovietica, come la Cina, è una regione socialista con una lunga storia", ha detto a SCMP Maggie Xu in un'intervista. "La percezione cinese della regione, forse, è orientata economicamente ed è connessa con la storia, e la reputazione del suo attuale leader è talvolta presentata in una luce sensazionale, ma volevamo vedere il Paese come è realmente".

    Secondo SCMP, recentemente in Cina c'è stato un boom nel cosiddetto "turismo rosso", che significa viaggiare nei "luoghi storici del socialismo e del comunismo". Nel frattempo, i turisti cinesi in Russia non solo vogliono vedere ilCremlino, il Mausoleo di Lenin e la Piazza Rossa, sono anche attratti dallo stile di vita, dalla cultura russa, dalla cucina locale e dallo shopping, che rimane il principale di intrattenimento per i viaggiatori cinesi, sottolinea i rapporti la pubblicazione. Allo stesso tempo, secondo la ricerca delle agenzie di PR, i giovani turisti provenienti dalla Cina spesso non usano alberghi, preferendo cercare alloggio e organizzare il tempo libero attraverso piattaforme online come Airbnb. Così, per esempio, Maggie Xu, durante il suo viaggio a Mosca, ha trovato attraverso questo servizio due escursioni nella capitale, un tour dedicato ai segreti di Mosca, così come un escursione sui tetti della capitale. "Guardando la città da una prospettiva turistica insolita, ho avuto più opportunità di apprendere la sua storia e i fatti delle persone che vivono lì" ha detto Xu al corrispondente di SCMP.

    Tuttavia, un viaggio in Russia per molti cinesi è anche un'occasione per godersi una vita di lusso. Molti ricchi turisti cinesi fanno colazione al Cafe Pushkin, fanno un giro nella stazione sciistica Igor, cenano al ristorante Ruski, visitano il teatro Mariinsky e assaggiano deliziosi piatti nel famoso White Rabbit di Mosca.

    Tra i luoghi preferiti dai cinesi ci sono anche due grandi centri commerciali di lusso di Mosca: il GUM in Piazza Rossa, "ironicamente" situato proprio di fronte al mausoleo di Lenin, e lo TsUM su Petrovka, riporta l'articolo. Come dichiarano i direttori del TsUM, al momento i cinesi costituiscono oltre l'80% dei clienti stranieri del negozio. Ciò è facilitato dalla politica di gestione: negli ultimi anni, lo TsUM ha ridotto i prezzi, ha iniziato rapidamente ad accettare i sistemi di pagamento cinesi Alipay e UnionPay, e fa anche promozioni speciali per i turisti cinesi, sottolinea l'articolo.

    Oltre al "sorprendente mix di storicità e modernità", Mosca e San Pietroburgo stanno conquistando i viaggiatori cinesi grazie ad un ambiente più sicuro su uno sfondo di una serie di atti terroristici commessi in questi ultimi anni nelle città dell'Europa occidentale; ancora di più per il fatto che i turisti provenienti dalla Cina indifferenti alle controversie tra la Russia e l'Occidente, che si è trasformato in un calo del traffico turistico dagli Stati Uniti e dall'Europa alla Russia, scrive l'autore. Altri cinesi, tuttavia, sono solo annoiati dalle mete europee e le città russe li attraggono con la loro "novità ed esotismo". "Volevamo provare il tipico inverno russo e provare temperature al di sotto dei trenta gradi Celsius" ha ammesso Maggie Xu in un'intervista con SCMP. "Come la maggior parte dei cinesi, conosco qualcosa della nostra vicina, ma ho ancora la percezione di qualche"non familiarità", un'estraneità che non capisco. È questa sensazione di mistero e la il voler comprenderla che mi colpisce di più in Russia".

    Correlati:

    Il Giappone attira l'attenzione sulla questione territoriale con la Russia tramite turismo
    Russia, Uae progettano di rafforzare i legami su economia, turismo cultura e difesa
    Turismo, ai turisti piace la Russia perché è misteriosa
    Turismo, il WEF stila la classifica dei paesi dove si può viaggiare senza correre rischi
    Tags:
    Turismo, Sviluppo del turismo interno russo, Flusso turismo russo estero, Turisti stranieri in Russia, turisti, turismo, Dinamica flusso turistico, Crescita turismo in entrata, governo, Cina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik