06:04 11 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
13280
Seguici su

Ai colloqui al Cremlino ha intenzione di discutere con il presidente russo Vladimir Putin per la mitigazione delle sanzioni, ma anche dell'instaurazione delle relazioni bilaterali.

Martedì il cancelliere austriaco Sebastian Kurz arriverà per una visita a Mosca, riferisce il Kurier. Secondo le informazioni dell'ufficio del cancelliere federale, mercoledì sono previsti i colloqui con il presidente russo Vladimir Putin.

Si discuteranno le relazioni bilaterali, ma anche le relazioni tra l'UE e la Russia, la situazione in Ucraina e in Siria. All'ordine del giorno c'è la questione della mitigazione delle sanzioni di cui Kurtz ha parlato personalmente più volte. Egli riconosce che le contravvenzioni sono necessarie, ma allo stesso tempo dice:

"abbiamo bisogno di mettere fine al blocco e realizzare un cambiamento di tendenza nei rapporti con la Russia".

A Mosca apprezzano la posizione dell'Austria in materia di sanzioni, ha detto l'esperto Gerhard Mangott. A suo parere, l'Austria e la Russia sono in ottimo rapporto. Per questo accordo di interazione la cooperazione tra Russia Unita e il partito della libertà Austriaco non ha giocato un grande ruolo, ha sottolineato.

Per Kurtz questo è il primo viaggio al di fuori dell'UE in qualità di Cancelliere dell'Austria. La visita a Mosca diventerà anche preparatoria perché Vienna avrà la presidenza del Consiglio dell'Unione Europea dal primo luglio. "Per l'UE, la Russia è un importante vicino e partner di negoziato. Quindi abbiamo bisogno di mantenere il dialogo con la Russia", ha sottolineato l'ufficio del Cancelliere.

"La pace in Europa è possibile solo con la Russia e non contro di lei".

Correlati:

Rappresentante OSCE, Sebastian Kurz, visita il Donbass
Difficile comunicare con chi confonde Austria con Australia
Austria, comunità ebraica chiede a Kurz di non fare alleanze con l'estrema destra
Ministero esteri: rifiuto visto ai giornalisti della Crimea in Austria
Tags:
Visita, Sebastian Kurz, Austria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook