15:03 29 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
228
Seguici su

Ankara ha dispiegato esercito e forze speciali di polizia ad Afrin, ha detto il vice premier turco Bekir Bosdag.

"Abbiamo inviato le nostre forze speciali con l'obiettivo di proteggere i civili e di garantire il buon esito dell'operazione ad Afrin" ha detto in onda su NTV. Inoltre, secondo lui, l'aviazione continua a colpire le posizioni curde ad Afrin.

L'operazione di "ramo d'ulivo"

La Turchia il 20 gennaio ha iniziato ad Afrin l'operazione "ramo d'ulivo" contro i miliziani curdi, che ritiene dei terroristi. Come hanno detto ad Ankara, dall'inizio dei combattimenti sono stati uccisi più di duemila militanti.

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite il 24 febbraio ha approvato una risoluzione per il cessate il fuoco in Siria, tuttavia, Ankara ha detto che questa decisione non pregiudica l'operazione ad Afrin, che "si svolge contro i terroristi".

Damasco ha condannato l'attacco della Turchia, definendolo "aggressione". Il Cremlino ha invitato tutte le parti a dar prova di moderazione e a rispettare l'integrità territoriale della Siria. Alla Difesa ritengono che alla situazione attuale si è stati condotti dalle azioni USA, che hanno consegnato le armi all'insurrezione filo-americana.

Correlati:

Siria, Zarif: Afrin è un problema che deve risolvere Damasco
Siria, le forze nazionali sono entrate ad Afrin
L'ONU chiede di fermare l'operazione militare turca ad Afrin
Tags:
attacchi, attacco, Esercito, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook