Widgets Magazine
02:57 18 Settembre 2019
RT

USA: responsabilità di Sputnik e RT per la cessazione della violenza in Siria

© Sputnik . Evgeny Biyatov
Mondo
URL abbreviato
10113
Seguici su

L'agenzia di Sputnik e il canale televisivo RT "hanno la responsabilità" di far cessare la violenza in Siria, ha dichiarato la portavoce del dipartimento di stato USA Heather Nauert, non spiegando precisamente cosa volesse dire.

In precedenza le autorità USA hanno accusato questi media di comunicazione di ingerenza nelle elezioni americane, senza prove.

"Abbiamo parlato con la Russia, ci siamo rivolti al governo russo, chiedendo loro di smettere di aiutare il regime siriano per fare quello che sta facendo nei confronti del suo popolo. Ci ascolta la Russia? Non ne sono sicura. Ma invito tutti voi giornalisti a fare queste domande al presidente della Russia, Vladimir Putin, a RT e Sputnik, fare loro questa domanda: che cosa stanno facendo per fermare la distruzione, la morte e l'uccisione in Siria. Mi chiedo cosa ci diranno. So che possono fare di più. Hanno questa responsabilità e vorremmo che la assumessero" ha detto non spiegando di quale responsabilità parlasse. 

La  portavoce del dipartimento di stato americano non ha domande sulla responsabilità dei media e del governo USA o di altri paesi occidentali, appartenenti alla coalizione guidata da Washington, per la morte di civili in Siria, dopo i nuovi dati sulle vittime tra la popolazione civile pubblicati giovedì, per riconoscimento della stessa coalizione, secondo cui almeno 841 persone sono morte in seguito ai bombardamenti in Iraq e in Siria, dall'inizio delle operazioni militari degli USA e dei loro alleati nel mese di agosto 2014; ancora 485 dati sulle vittime rimangono in fase di studio.

In precedenza i media occidentali hanno riferito che le forze governative siriane presumibilmente hanno intensificato gli attacchi all'opposizione a Est di Ghouta. Il rappresentante del segretario generale delle Nazioni Unite Stéphane Dujarric ha dichiarato la possibile morte di più di 100 persone negli ultimi due giorni. A sua volta, il rappresentante del Centro russo per la riconciliazione delle parti in conflitto in Siria ha riferito che a Ghouta c'è una critica situazione umanitaria, la formazione di gruppi armati illegali non lasciano libera la popolazione nei territori controllati, il processo negoziale per una soluzione pacifica del conflitto è deragliato.

Di recente, il tema della lotta dell'informazione dei media russi è diventato comune in Occidente. Nel mese di novembre 2016 il Parlamento Europeo ha adottato una risoluzione intitolata "Comunicazioni strategiche dell'UE, come contrastare la propaganda di terzi".

Nel documento ci sono una serie di disposizioni che quasi propongono di introdurre la censura nei confronti dei media russi, si afferma che la Russia ha presumibilmente dato un sostegno finanziario all'opposizione di partiti politici e organizzazioni in paesi membri dell'UE, e utilizza anche il fattore bilaterale delle relazioni internazionali per la separazione dei membri della comunità.

Le principali minacce per l'Unione Europea e i suoi partner in Europa Orientale nella risoluzione sono l'agenzia Sputnik, il canale tv RT, la fondazione Ruskij mir e l'agenzia federale del ministero degli Esteri Rossotrudnicestvo.

Il presidente Vladimir Putin, commentando l'approvazione di questa risoluzione, si è congratulato con i giornalisti di RT e Sputnik per l'efficace lavoro. Con questo, ha sottolineato, il documento testimonia l'evidente degrado dei concetti di democrazia nella società occidentale. Putin spera nel buon senso e spera che veri limiti per i media russi non ci saranno. 

Le autorità USA hanno accusato Sputnik e RT di ingerenza nelle elezioni presidenziali USA, ma senza alcuna prova. A Mosca tali accuse le hanno dichiarate infondate.

Correlati:

Facebook blocca il video degli auguri di Putin sulla pagina di Sputnik Italia
Yemen: scomparso corrispondente esterno di Sputnik
Sindacato giornalisti commenta registrazione di Sputnik come "agente straniero"
Tags:
Siria, Sputnik, RT, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik