01:11 12 Dicembre 2018
The Commander of the U.S. Pacific Command, Admiral Harry Harris, testifies before a House Armed Services Committee hearing on Military Assessment of the Security Challenges in the Indo-Asia-Pacific Region on Capitol Hill in Washington, U.S, April 26, 2017

Ammiraglio americano invita gli USA a prepararsi a guerra contro la Cina

© REUTERS / Yuri Gripas
Mondo
URL abbreviato
15429

L’ex ammiraglio USA Harry Harris, da poco nominato ambasciatore in Australia, ha esortato gli USA a prepararsi ad una guerra con la Cina. Lo comunica l’Independent.

Durante un'udienza al Congresso l'ex militare ha dichiarato che Washington sottovaluta le posizioni aggressive tenute dalla Cina nella regione Asia-Pacifico e la velocità con la quale Pechino si sta armando.

"A giudicare dal comportamento di Pechino, suppongo che la Cina adesso cercherà di cambiare l'attuale ordine mondiale" ha detto Harris.

Secondo lui gli USA avranno difficoltà a contrastare l'esercito cinese se non prenderanno misure adesso.

Harris ha aggiunto che la Cina sta attivamente ammodernando le proprie forze armate, e che sta usando l'influenza politica e leve economiche per la coercizione dei paesi limitrofi per cambiare lo status quo nella regione Asia-Pacifico.

In precedenza, il Pentagono ha introdotto una nuova strategia di difesa, secondo la quale la rivalità strategica con Cina e Russia è una priorità principale per le forze armate statunitensi. Il capo del dipartimento della difesa, James Mattis, commentando il documento, ha affermato che il confronto delle grandi potenze, e non la lotta contro il terrorismo, sarà al centro dell'attenzione della leadership militare americana.

Correlati:

Premier Turchia: Ankara non conduce una guerra in Siria
Duma: gli USA vedono Russia e Cina come un nemico in possibile guerra
Cina: pubblicate istruzioni dettagliate per sopravvivere alla guerra nucleare
Negli USA si modellizza una guerra tra Cina e Russia
Tags:
guerra, Guerra, Guerra, marina USA, harry harris, James Mattis, Asia-Pacifico, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik