11:45 19 Aprile 2018
Roma+ 17°C
Mosca+ 7°C
    Turkish-backed Free Syrian Army fighters are seen near Mount Barsaya, northeast of Afrin, Syria January 23, 2018

    Casa Bianca commenta dati su uso armi chimiche ad Afrin

    © REUTERS / Khalil Ashawi/File Photo
    Mondo
    URL abbreviato
    408

    La Casa Bianca sa delle affermazioni della Siria contro la Turchia in relazione all'uso di armi chimiche contro i curdi ad Afrin, ma lo ritiene improbabile, ha dichiarato a Sputnik il funzionario dell'amministrazione presidenziale statunitense Michael Anthony.

    "Siamo a conoscenza di queste notizie, non possiamo confermarle, ma crediamo che sia estremamente improbabile che le forze turche abbiano usato armi chimiche e continuiamo a chiedere moderazione e la protezione dei civili ad Afrin" ha detto Michael Anthony in risposta ad una richiesta di Sputnik.

    Lo Stato maggiore delle forze armate della Turchia, il 20 gennaio, ha annunciato l'inizio dell'operazione "Ramo d'ulivo" contro le formazioni dei curdi (YPG) ad Afrin. Insieme alla Turchia agiscono i militanti dell Esercito libero siriano.

    Le forze armate turche hanno riferito che 1595 militanti sono stati neutralizzati durante l'operazione.

    Il primo ministro turco Binali Yildirim ha dichiarato che Ankara opera ad Afrin "in conformità con le regole e i trattati internazionali, l'operazione è legale".

    Damasco ha condannato fermamente le azioni della Turchia ad Afrin osservando che questo territorio è parte integrante della Siria. Mosca ha esortato tutte le parti a rallentare e a rispettare l'integrità territoriale della Siria.

    Correlati:

    Premier Turchia: Ankara non conduce una guerra in Siria
    La Russia in Siria tra Israele e l’Iran
    NI: la Turchia sta cercando di mettere Russia e Iran contro gli USA in Siria
    Lavrov: gli USA vogliono restare per sempre in Siria
    Tags:
    Guerra, Siria, campagna militare, RIA Novosti, Esercito siriano libero, YPG, Binali Yildirim, Damasco, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik