18:46 10 Dicembre 2018
CIA, Virginia, USA

“La CIA si è sempre intromessa nelle elezioni di altri paesi”

© AFP 2018 / Saul Loeb
Mondo
URL abbreviato
10191

La CIA si è sempre intromessa nelle elezioni di altri paesi dal momento della sua fondazione, scrive il New York Times citando come fonti ex dipendenti ed esperti americani.

Il procuratore speciale Robert Mueller venerdì ha accusato 13 persone e tre società russe di "cospirazione contro gli Stati Uniti" e "frode" secondo l'accusa.

"Se chiedete ai membri dei servizi di intelligence, se i russi hanno violato delle regole o hanno fatto qualcosa di insolito, la risposta è no, per niente" ha detto alla pubblicazione di Steven Holl, che si è ritirato nel 2015 dopo 30 anni di servizio nella CIA.

Ha sottolineato che gli Stati Uniti hanno condotto storicamente delle operazioni per intervenire nelle elezioni e hanno sostenuto di voler continuare a farlo.

"Lo facciamo dal momento in cui la CIA è stata fondata nel 1947. Abbiamo usato manifesti, opuscoli, striscioni, abbiamo inviato materiale promozionale e così via per inviare false informazioni ai giornali stranieri" ha detto Loch Johnson, che ha iniziato la sua carriera al Senato negli anni '70 con un'indagine della CIA.

Come riportato in questo articolo, gli Stati Uniti, grazie alla CIA hanno rovesciato i leader eletti in Iran e Guatemala negli anni '50 e hanno sostenuto il colpo di stato in molti altri paesi negli anni '60. La CIA ha organizzato anche omicidi per ragioni politiche e ha sostenuto governi anticomunisti in America Latina, Africa e Asia.

Dov Levin della Carnegie Mellon University ha contato 81 casi di ingerenza da parte degli americani nel processo elettorale. Secondo la pubblicazione, gli Stati Uniti hanno interferito nelle elezioni russe nel 1996 per il timore che il leader del Partito comunista Gennady Zyuganov sconfiggesse Boris Eltsin.

Nel Congresso degli Stati Uniti ci sono indagini indipendenti sulla presunta interferenza russa nelle elezioni presidenziali negli Stati Uniti, che hanno visto la vittoria di Donald Trump. Anche l'FBI conduce la stessa indagine. Nei media americani, vengono pubblicate notizie regolari con riferimento a fonti anonime sui contatti dei membri del quartier generale elettorale di Trump con funzionari e uomini d'affari russi.

La Russia ha ripetutamente confutato queste accuse, il segretario stampa del presidente russo Dmitrij Peskov le ha definite "assolutamente infondate".

Correlati:

La CIA nega il pagamento di 100 mila dollari "all'informatore russo"
Kasperskiy: "Il bitcoin serve alla CIA per finanziarsi"
Russiagate, ex analista della CIA scagiona il Cremlino e accusa FBI per ingerenza elezioni
Sonda spaziale Zuma potrebbe essere aereo sperimentale CIA
Tags:
Servizi segreti, servizi segreti, servizi segreti, CIA, Gennady Zyuganov, Robert Mueller, Boris Eltsin, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik