06:31 18 Ottobre 2018
Un cacciatorpediniere USA. (foto d'archivio)

Duma commenta arrivo secondo cacciatorpediniere USA in mar Nero

© AFP 2018 / Felix Garza
Mondo
URL abbreviato
12336

Gli USA con le loro azioni nel mar Nero peggiorano solo la situazione e cercano di ottenere una reazione da parte russa. Lo ha dichiarato in un'intervista con RT il vice capo del comitato della Duma di Stato per la difesa e la sicurezza Yuri Shvytkin, commentando l’arrivo del secondo cacciatorpediniere USA nel mar Nero.

"Gli USA con le loro provocazioni vogliono ottenere una reazione che possa diventare una scusa per delle azioni ancora più gravi da parte americana e dei loro alleati. In ogni caso, ciò comporta tensioni in questa regione" ha osservato il deputato.

La parte americana insiste che la presenza di un cacciatorpediniere è necessaria "per condurre operazioni di sicurezza", ma, secondo il deputato, tali spiegazioni sollevano molte domande. Shvytkin ha aggiunto che è completamente incomprensibile "chi vogliono proteggere e da chi vogliono proteggersi".

Il deputato ha notato che la Russia ha abbastanza denaro e risorse per "fargli mettere la testa a posto in caso di qualche provocazione".

Il cacciatorpediniere Ross è equipaggiato con il sistema di difesa missilistico Aegis ed è armato con missili da crociera Tomahawk. La seconda nave, la Carney, è dotata di un sistema di difesa aerea e di rilevamento e attacco subacqueo, è equipaggiata con missili Tomahawks e Harpoon.

Correlati:

Il cacciatorpediniere della Marina USA John Mccain in riparazione in Giappone
Russia, il cacciatorpediniere di prospettiva "Leader" sarà a propulsione nucleare
Mar Nero al centro dei colloqui tra capo del Pentagono e ministro Difesa bulgaro
Duma di stato: presenza nave NATO in mar Nero è provocazione
Tags:
Cacciatorpediniere, cacciatorpediniere, Cacciatorpediniere marina USA, marina USA, Mar nero
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik