10:57 20 Agosto 2018
Una nave sul fondale asciutto del lago d'Aral

Cosmonauta russo pubblica foto di un mare “prosciugato”

© Sputnik . Yuriy Kuydin
Mondo
URL abbreviato
6172

Il cosmonauta russo Anton Shkaplerov ha pubblicato su Instagram un'istantanea del mar d'Aral dall'orbita terrestre.

Il mar d'Aral del Kazakistan è tradizionalmente chiamato mare per le sue dimensioni, ma in realtà è un lago salato. Nella seconda metà del 20° secolo, il Mar d'Aral ha iniziato a restringersi bruscamente in termini di dimensioni.

Shkaplerov ha espresso rammarico per il fatto che il livello del bacino idrico è diventato catastroficamente basso, nonostante il fatto che fino agli anni '60 del secolo scorso l'Aral fosse considerato il quarto lago più grande del mondo.

 

 

Anche gli utenti di Instagram nei commenti si sono lamentati del fatto che possa essere accaduta una cosa del genere, ma allo stesso tempo hanno ammirato la bellezza della fotografia dallo spazio. 

Correlati:

Uzbekistan, Guterres: il lago d’Aral è simbolo dei danni dell’uomo al Pianeta
Tags:
lago, Ambiente, disastro ambientale, Tutela dell'ambiente, Ambiente, Disastro ambientale, Anton Shkaplerov, Kazakistan, Unione Sovietica
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik