22:10 18 Ottobre 2018
FILE- In this Tuesday, Nov. 21, 2017, file photo, people watch a TV screen showing images of U.S. President Donald Trump, left, and North Korean leader Kim Jong Un at Seoul Railway Station in Seoul, South Korea

Esperto: dietro disgelo Pyongyang - Seul c'è gioco diplomatico

© AP Photo / Ahn Young-joon
Mondo
URL abbreviato
546

Il direttore del Centro spagnolo per gli studi coreani sotto l’università Complutense di Madrid, Xavier Boltaina, sostiene che la condizione delle relazioni tra Corea del Sud e Corea del Nord sia lontana dal disgelo, ma che al contrario nasconda una strategia molto ben pianificata da Pyongyang.

Sono scettico davanti alle dichiarazioni di "disgelo" tra Pyongyang e Seul. Si sarebbe potuto parlare di disgelo solo nel caso la Corea del Nord avesse accettato di fermare il proprio programma nucleare come vorrebbero i suoi vicini nella regione.

Dal mio punto di vista Pyongyang porta avanti un gioco che consiste nell'indebolire lo stretto rapporto della Corea del Sud con gli USA. La delegazione di alto livello nordcoreana inviata a Seul fa parte di questa strategia.

Insisto sul fatto che questa mossa fa parte di una particolare strategia perché infatti, i membri di questa delegazione, in particolare il presidente del parlamento nordcoreano Kim Yong Nam, non hanno un vero potere.

Perché Seoul si fa coinvolgere in questo gioco? Perché crede che questo ridurrà la tensione sulla penisola, che periodicamente raggiunge dei limiti critici. E per il bene di questo, e anche disposta ad agire in contrasto con la volontà degli Stati Uniti. E Washington è chiaramente irritato da ciò che sta accadendo.

La prova di ciò è rappresentata dal comportamento del vicepresidente americano Michael Pence, che durante la sua permanenza a Pyeongchang ha apertamente ignorato i rappresentanti della Corea del Nord. Secondo me, questa è una violazione di varie norme diplomatiche.

Questo comportamento è tutt'altro che casuale e dimostra la volontà degli Stati Uniti di continuare ad aumentare la pressione sulla Corea del Nord. Questo preoccupa Seoul, che si rende conto che le azioni di Washington possono avere conseguenze catastrofiche, specialmente per la Corea del Sud.

Continuando questo gioco guidato Pyongyang, va riconosciuto che la Corea del Nord conduce tale gioco con molto successo e che vince partita dopo partita. La Corea del Nord, senza rinunciare al suo programma nucleare, ha ottenuto, tuttavia, un certo riavvicinamento con la Corea del Sud, sfruttando inoltre la politica estera debole e caotica degli Stati Uniti.

A mio avviso, la principale minaccia alla stabilità nella penisola coreana proviene ora dagli Stati Uniti. Gli indici di popolarità di Donald Trump sono in calo, e non escludono che egli cercherà di porre rimedio alla situazione, e gli americani hanno mostrato la loro durezza e la determinazione per quanto riguarda la Corea del Nord. È molto probabile che intraprenderà un'avventura militare contro la Corea del Nord. Lo stesso è stato fatto dai suoi predecessori per aumentare il proprio rating. Intendo avventure militari straniere, per esempio, l'attacco della Libia.

Correlati:

Il leader nordcoreano ha invitato il presidente della Corea del Sud a Pyongyang
Per Kim Jong-un la parata militare a Pyongyang è un'occasione della giornata dell'esercito
Pyongyang ha rubato alla Corea del Sud diversi milioni di dollari in criptovaluta
Seoul, da Pyongyang determinazione per migliorare relazioni
Tags:
Relazioni Internazionali, tensione, Situazione della penisola coreana, Kim Yong-nam, Mike Pence, Penisola coreana
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik