20:15 14 Novembre 2018
Bitcoin

Islanda: rischio di crisi energetica a causa dei bitcoin

CC0
Mondo
URL abbreviato
251

Il rappresentante islandese della società Hitaveita Sudurnesja Johann Snorri Sigurbergson ha detto che l'Islanda rischia la crisi energetica per le scorte di bitcoin.

Lo ha segnalato la Bbc.

Il rappresentante ha sottolineato che gli investitori sono interessati ad avviare sul territorio dell'isola dei centri per la produzione di criptovaluta e le richieste diventano troppe.

"Se tutti questi progetti saranno realizzati, non avremo abbastanza energia elettrica" ha detto, sottolineando che il consumo energetico di ogni centro nel 2018 sarà di 840 kw all'ora. A sua volta tutta la popolazione dell'Islanda ne consuma circa 700 all'ora.

In precedenza è stato riferito che in Thailandia le banche hanno vietato le operazioni con criptovalute.

Correlati:

Kasperskiy: "Il bitcoin serve alla CIA per finanziarsi"
Il più grande autoribaltabile del mondo si può comprare in bitcoin
“Non ha futuro”: co-fondatore Bitcoin.com ha venduto tutti i propri bitcoin
Tags:
bitcoin, Islanda
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik