08:05 18 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
1102
Seguici su

Il deputato della Duma di stato dalla Crimea Ruslan Balbek ha commentato per RT la dichiarazione dell’ex deputato popolare Andrey Sergchenko sul perché l’Ucraina nel 2014 si è rifiutata di combattere per la Crimea.

Senchenko sostiene che la decisione di non imporre la legge marziale in Crimea venne presa perché la costituzione ucraina non prevedeva lo svolgimento di elezioni in tali condizioni. Ha anche notato che all'epoca l'ex presidente, Alexander Turchinov, l'allora Ministro della difesa, Igor Tenuh, ordinarono ai militari "di aprire il fuoco", ma essi non obbedirono.

Dal punto di vista di Balbec, l'elite ucraina sta ora facendo del suo meglio per dipingere un immagine positiva di se stessi ed esporre le loro azioni solo in maniera corretto.

"I politici ucraini, parlando della Crimea, stanno cercando di sostituire la loro codardia con la loro presunta umanità. Ecco perché ci sono un sacco di ragioni per spiegare la loro inutilità negli eventi del marzo 2014"  ha detto, definendolo "un altro imbroglio politico",

La Crimea è diventata parte della Russia a marzo 2014 dopo risultati di un referendum tenutosi dopo il colpo di stato in Ucraina. A seguito del referendum, il 96,77% degli elettori ha votato per la riunificazione con la Russia.

Correlati:

A Kiev si spiega perchè l'Ucraina non ha combattuto per la Crimea
Deputato della Crimea chiama “dittatore” il presidente ucraino Poroshenko
In Crimea arriverà una nuova delegazione dalla Germania
Tags:
Crimea, Crimea, Crimea, Duma, Ruslan Balbek, Crimea, Ucraina
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook