13:40 14 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
17448
Seguici su

Il ponte costruito dai militari russi sul fiume Eufrate è crollato per un forte aumento del livello dell'acqua dopo l'apertura deliberata di alcune dighe precedentemente chiuse, scrive il quotidiano vicino al ministero della Difesa russo Krasnaya Zvezda.

I tecnici russi avevano costruito un ponte di 210 metri nel settembre dello scorso anno a pochi chilometri dalla città siriana di Deir-ez-Zor. Serviva per trasferire mezzi militari e soldati sulla sponda orientale del fiume. Il carico massimo del ponte era di 8mila veicoli al giorno e poteva sopportare il peso dei mezzi corazzati pesanti.

Come riportato dal giornale, il 6 febbraio scorso, nonostante la mancanza di forti piogge, il livello dell'acqua nell'Eufrate è aumentato inaspettatamente di diversi metri e la velocità della corrente è raddoppiata. Il giorno dopo il ponte è crollato.

"L'indagine effettuata dagli esperti siriani ha dimostrato che il brusco cambiamento della dinamica della corrente d'acqua era dovuto all'apertura deliberata delle dighe della centrale idroelettrica di Et Tabka, che si trova sul territorio controllato dall'opposizione siriana controllata dalla coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti", — evidenzia la pubblicazione del ministero della Difesa russo.

Correlati:

Russia, Lavrov accusa gli USA di aver avviato il piano per la disgregazione della Siria
Zakharova: presenza USA in Siria minaccia processo di pace
Siria, raid aereo della coalizione Usa contro le forze di Assad
Pentagono: la Russia sapeva in anticipo dell'attacco USA in Siria
Erdogan rivela contro chi è rivolta la presenza militare USA in Siria
Tags:
Geopolitica, Politica Internazionale, Difesa, Sicurezza, Opposizione siriana, crisi in Siria, Esercito della Siria, ministero della Difesa della Federazione Russa, Esercito russo, Deir ez-Zor, Siria, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook