13:49 21 Luglio 2018
La bandiera di Siria

Il politologo: gli americani bombardano in Siria "tutto quello che vogliono"

© REUTERS / Omar Sanadiki
Mondo
URL abbreviato
19434

Al momento dell'attacco della coalizione sono morti circa un centinaio di combattenti dell'esercito siriano, scrivono i media.

L'analista Stanislav Byshok in onda a radio Sputnik ha espresso il parere che gli americani continuano a sostenere le forze di opposizione in Siria. Circa 100 combattenti siriani filo-governativi sono morti durante gli attacchi della coalizione guidata dagli USA per combattere lo Stato Islamico, riferisce il canale televisivo ABC.

Nella notte di giovedì, la coalizione ha riferito di "un attacco non provocato " al comando "della forze democratiche della Siria" da parte di formazioni armate governative. La dichiarazione ha anche riferito che la coalizione ha inferto attacchi "per l'atto di aggressione nei confronti di partner coinvolti nella lotta al raggruppamento ISIS".

Come ha dichiarato al canale televisivo un funzionario, che ha chiesto l'anonimato, attacchi aerei e di artiglieria di supporto sono stati inferti per respingere l'attacco. Secondo lui, l'attacco al quartier generale delle forze democratiche a est dal fiume Eufrate era ben coordinato, con artiglieria e carri armati T-54 e T-72. Inoltre, il funzionario ha detto che la coalizione ha usato la linea calda per la comunicazione con i militari russi, per informarli della difesa in quel quartiere.

L'analista di politica internazionale, addetto al monitoraggio dell'organizzazione CIS-EMO Stanislav Byshok in onda su radio Sputnik ha espresso il parere che gli americani continuano a sostenere le forze di opposizione in Siria.

"La retorica degli americani che Assad deve andarsene è stata sostituita da "Assad deve andarsene, ma tra poco". Ma questo non vuol dire che si impegnano a non attaccare l'esercito siriano. La strisciante guerra civile continua, gli americani sono coinvolti con le forze di opposizione. E questa è la storia, purtroppo, da tempo. Dato che gli americani gonfiano i bilanci militari, si permettono di bombardare tutto quello che vogliono, sanno che le scorte di armi si fanno molto velocemente", ha detto.

Correlati:

Siria, attacco israeliano contro forze armate governative a Damasco
Erdogan rivela contro chi è rivolta la presenza militare USA in Siria
Siria, Lavrov e Zarif discutono dell'attuazione decisioni prese al congresso di Sochi
Tags:
attacchi, attacco, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik