18:12 21 Ottobre 2018
Virus

Gli scienziati: dal cielo fitta pioggia virale

CC0
Mondo
URL abbreviato
1194

Il numero di virus che cade sulla superficie del pianeta, si è rivelato inaspettatamente enorme.

Un gruppo internazionale di ricercatori ha scoperto che ogni secondo per ogni metro quadrato di atmosfera cadono decine di migliaia di virus. Ciò significa che un certo numero di virus può diffondersi non solo direttamente da vettore a vettore, ma anche a distanza, e anche intercontinentale, si legge nell'articolo pubblicato in The ISME Journal: Pluridisciplinare Journal of Microbial Ecology.

Gli autori hanno studiato l'intensità della precipitazione di virus e batteri dall'atmosfera in condizioni normali, al di fuori delle grandi città, zone di campagna scarsamente popolate e ad un'altezza considerevole (2,5-3,0 km), dove la fonte del virus non può essere locale e dove cadono solo a valle dei flussi d'aria. Si è scoperto che su ogni metro quadrato di flusso verso il basso ogni giorno cadono dai 0,26 a più di 7 miliardi di virus al giorno. Questo  vuol dire in media da tre a ottanta mila virus al secondo per metro quadrato. Per i batteri questa cifra è inferiore, per metro quadrato ogni giorno scendono dagli strati superiori dell'atmosfera tra i tre agli otto milioni.Questo significa che i virus possono essere trasportati con il flusso d'aria a una maggiore distanza tra i continenti. I nuovi dati possono spiegare perché virus quasi identici sono stati trovati in diversi continenti. Inoltre, è diventato chiaro che il trasferimento di virus a grande distanza è possibile senza il coinvolgimento dei portatori. Questo significa che la lotta contro la diffusione di una serie di virus bisogna combatterla anche contro altre origini, rispetto a quelle che si applicano oggi.

I virus e i batteri cadono nell'atmosfera con piccole particelle di polvere e possono trovarsi ad un'altezza considerevole. Una serie di esperimenti sulla ISS ha mostrato che sulla parete esterna della stazione spaziale ci sono i batteri che cadono sulla superficie della Terra. Tuttavia, la maggior parte di tali particelle non si alza nel medio spazio, mentre scende verso il basso. Questo consente a virus e batteri di migrare a grande distanza e di occupare nuove nicchie ecologiche.

Correlati:

Lavrov: paesi NATO e UE infettati dal virus della russofobia
USA ritirano divieto su esperimenti con virus pericolosi
Il virus Petya è alle strette: il Times ordina un contrattacco contro gli hacker
Tags:
virus, Spazio
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik