20:23 20 Aprile 2018
Roma+ 21°C
Mosca+ 13°C
    La borsa di New York

    Crollo della borsa in USA: business russi perdono $4,5 miliardi

    © AP Photo / Richard Drew
    Mondo
    URL abbreviato
    14112

    Le perdite dei miliardari russi a causa del crollo della borsa in USA è arrivato a $4,5 miliardi di due giorni, ha stimato RIA Novosti sulla base dei dati di ranking Bloomberg Billionaires (BBI).

    Martedì scorso, gli indici degli Stati Uniti hanno chiuso in positivo, recuperando parte delle perdite delle contrattazioni di lunedì. Tuttavia, le borse europee e russe, dove si svolgono la maggior parte delle attività finanziarie dei miliardari russi, sono crollate durante questo periodo.

    Le stime di BBI comprendono e 500 persone più ricche del mondo e viene aggiornato quotidianamente sulla base della chiusura delle contrattazioni a New York. In questo elenco ci sono 27 russi per ora. Secondo Bloomberg,  martedì soltanto quattro di loro hanno visto un miglioramento delle loro finanze. Il totale perdite ammonta a $2,5 miliardi martedì, e a circa $2,1 miliardi lunedì.

    La maggior parte delle perdite le ha subite il direttore e co-proprietario di Lukoil, Vagit Alekperov, la sua fortuna si è ridotta di $430 milioni. Il proprietario principale del gruppo della società Renova, Viktor Vekselberg, ha perso 321 milioni di dollari. Le perdite di Roman Abramovich sono state pari a 286 milioni di dollari, e il presidente della Norilsk Nickel Vladimir Potanin ha perso 253 milioni.

    L'aumento di capitale più grande è stato registrato dal principale proprietario della NLMK, Vladimir Lisin, che è si è arricchito di 214 milioni di dollari. Il co-proprietario di Novatek e Sibur, Leonid Mikhelson, ieri ha guadagnato 74,1 milioni di dollari. Ci hanno guadagnato anche il principale proprietario della Severstal Alexey Mordashov e l'imprenditore Yuri Milner; hanno guadagnato rispettivamente $6.220.000 e $67 milioni.

    In questo caso, Mordashov è ancora in cima alla lista delle persone più ricche della Russia secondo il BBI. La sua fortuna è stimata a 20,4 miliardi di dollari. Potanin è al secondo posto con una fortuna di 19,6 miliardi di dollari, Lisin è al terzo posto con 18,7 miliardi di dollari. Il quarto e quinto posto sono ancora occupati da Mikhelson e Vekselberg rispettivamente $18 miliardi e $16,5 miliardi.

    Correlati:

    Il crollo del bitcoin e le altre previsioni scioccanti del 2018
    Hacker nordcoreani hanno violato borsa online di criptovalute
    Le Borse europee respirano dopo aver bruciato 4mila miliardi di euro
    Brexit, crollano le Borse europee
    Borse asiatiche in caduta
    Tags:
    Borsa&Mercati, Finanze, Finanza, Crisi finanziaria, Denaro, finanze, crisi finanziaria, Crollo delle borse, Bloomberg, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik