00:10 23 Aprile 2018
Roma+ 16°C
Mosca+ 1°C
    Russian Deputy Prime Minister Olga Golodets

    La maggior parte dei lavoratori immigrati in Russia nel 2017 provengono da Ucraina

    © Sputnik . Artem Zhitenev
    Mondo
    URL abbreviato
    0 131

    La maggior parte degli immigrati per lavoro in Russia del 2017 provengono dall'Ucraina. Lo ha affermato il vice primo ministro Olga Golodets.

    "Ad oggi, il flusso migratorio è a nostro favore, rispetto all'anno sono state registrate 50.000 persone in più, e questo è dovuto non solo per motivi economici, ma anche per una serie di questioni politiche. I migranti di origine ucraina continuano a sfruttare al massimo questo flusso migratorio" riportano i media le sue parole.

    La vicepresidente ha sottolineato che, nonostante il flusso migratorio, la Russia dovrebbe creare condizioni di lavoro interessanti per gli specialisti russi.

    In precedenza nella Banca nazionale di Ucraina hanno riferito che nel 2017 la maggior parte degli ucraini è andata a lavorare in Polonia, Russia, Italia e Repubblica Ceca.

    Correlati:

    La maggior parte degli ucraini è pronta ad andare a lavorare in Russia
    "Semplicemente schiavi": gli emigrati ucraini raccontano le condizioni di lavoro in UE
    Ucraina, ministero Esteri chiede agli ucraini di astenersi dai viaggi in Russia
    Kiev e Varsavia hanno discusso del numero di rifugiati ucraini in Polonia
    In sei mesi di regime senza visti in UE sono arrivati 355 mila ucraini
    Tags:
    Immigrazione, Ucraina, immigrazione, Olga Golodets, vice-premier russa, Ucraina, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik