04:17 17 Luglio 2018
Un monumento dedicato alle truppe sovietiche a Varsavia

Autorità della Polonia vogliono demolire decine monumenti sovietici restaurati

© AP Photo / Czarek Sokolowski
Mondo
URL abbreviato
1257

Le autorità della Polonia intendono demolire decine di monumenti sovietici dedicati all’Armata Rossa ripristinati da dei volontari, ha dichiarato ai giornalisti il rappresentante della società militare patriottica polacca Kursk, Jerzy Týc.

"Dopo gli eventi di piazza Maidan siamo diventati oppositori politici del nostro governo. Abbiamo ripristinato quasi 30 monumenti. Questo pare non essere importante: vogliono cinicamente demolire i monumenti ripristinati" ha detto Týc in un incontro a Mosca.

Secondo lui, oltre alla società Kursk, nessuno in Polonia ripristina i monumenti sovietici. Ora la società progetta di preparare un catalogo in cui saranno elencati tutti i monumenti in onore dei soldati sovietici rimasti fino ad oggi, per ora in tutto sono 230 su 600.

Nell'autunno del 2017 in Polonia sono stati introdotti cambiamenti nella legge che vieta la propaganda del comunismo o di altri regimi totalitario, che prevedono la demolizione dei monumenti sovietici, riporta Sputnik. La legge non si applica ai cimiteri e ai luoghi di sepoltura.

Il Ministero degli esteri russo promette che lo smantellamento dei monumenti sovietici non rimarrà senza risposta da parte di Mosca e sarà "simmetrico".

La società "Kursk" è impegnata nella conservazione e nel restauro di tombe e monumenti militari sovietici. L'organizzazione pubblica che conta circa 100 persone, non ci sono impiegati a tempo pieno, e si mantiene grazie alle donazioni.

Correlati:

Lituania, monumenti sovietici marchiati con targhe "anti-ideologiche"
Russia e Israele esortano Europa a condannare demolizione monumenti sovietici in Polonia
Polonia, verso demolizione di 500 monumenti di epoca sovietica
Tags:
Politica, monumenti, abbattimento, Monumento, Abbattimento, distruzione, il ministero degli Esteri, Polonia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik