12:26 03 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
250
Seguici su

Gli scienziati dell'Università di Curtin (Australia) hanno scoperto che 2,2 miliardi di anni fa sulla Terra dopo una lunga calma geologica iniziaron a verificarsi delle eruzioni catastrofiche. Furono la causa dell'emergere della Columbia, il primo supercontinente, che si trova nell'emisfero settentrionale della Terra, riporta Geoscience.

I processi tettonici che avvennero agli inizi del paleoproterozoico (circa 2,4 miliardi di anni fa), portarono alla nascita di super "cratoni", grandi strutture geologiche temporanee, formati da antiche piattaforme continentali (cratoni). Tuttavia, circa 1,6 miliardi di anni fa sorse il primo supercontinente Columbia.

L'analisi delle colonne stratigrafiche che mostrano la sequenza di strati di roccia 2.4-2.2 miliardi di anni fa, che dimostrano l'esistenza di un periodo tranquillo quando quasi si fermarono i processi geologici, come lo sversamento di magma, metamorfismo delle rocce ignee e la mineralizzazione. Tali "pause" sono state spiegate sia dalla scarsa conservazione del materiale, sia da alcuni cambiamenti nella crosta e nel mantello della Terra.

Gli scienziati hanno dimostrato che la calma geologica è realmente accaduta, perché durante questo periodo il tasso di corrugamento e di sedimentazione è diminuito. Tuttavia, 2,2 miliardi di anni fa, la pausa fu interrotta da un nuovo periodo di magmatismo, che era molto diverso da altri processi simili fino alla pausa. Dal mantello terrestre, a seguito di massicce eruzioni, fu eruttata una grande quantità di materiale, che contribuì all'emersione del primo supercontinente emisferico.

Correlati:

Osservatorio: non escludiamo ulteriore attività dei vulcani Siveluc e Klyuchevskoy
Russia, esperti prevedono forte esplosione di uno dei vulcani più pericolosi del mondo
Combattimento tra i vulcani
Tags:
Vulcano, Vulcano, Eruzione vulcanica, Università, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook