05:39 15 Novembre 2018
La bandiera turca

La Turchia blocca la partecipazione del partito curdo al congresso sulla Siria

CC BY-SA 2.0 / William John Gauthier / Turkish flag
Mondo
URL abbreviato
336

Ankara ha impedito la partecipazione del partito curdo "Unione Democratica", PYD, al congresso siriano per il dialogo a Sochi, ha detto il portavoce del ministero degli Esteri della Turchia.

"Il PYD e le forze di autodifesa curde siriane, lo YPG, ala militare del partito, non potranno partecipare al congresso a Sochi, non lo approviamo. Nessun gruppo non sarà in grado di partecipare al congresso, se la Turchia sarà contro. L'elenco dei partecipanti va accettato da tre paesi (Russia, Turchia e Iran), insieme", ha detto il portavoce.

In precedenza, la Turchia ha permesso ai rappresentanti del consiglio nazionale ENKS di partecipare al Congresso. Oggi il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha detto che i curdi sono inclusi nella lista degli invitati per l'evento.  Il congresso siriano per il dialogo il 30 gennaio si terrà a Sochi. Si prevede che il forum vedrà la partecipazione di oltre un migliaio di rappresentanti della società siriana.

Ankara ritiene "l'Unione Democratica" un'organizzazione terroristica, legata al PKK.

Sabato la Turchia ha iniziato l'operazione "ramo d'ulivo" contro i curdi nella città siriana di Afrin. Damasco ha denunciato le azioni della Turchia, accusandola di sostenere i terroristi. Come ha detto il leader turco Tayyip Erdogan, le truppe lasceranno la Siria, una volta raggiunti gli obiettivi prefissati.

Correlati:

Siria, Lavrov: Curdi invitati al Congresso nazionale di dialogo
Siria, al via blitz dell'esercito di Assad nella provincia di Idlib
Siria, ministero Difesa russo: forniture armi USA all’origine dell’operazione turca
Tags:
Dialogo, Bombardamenti in Siria, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik