14:42 24 Febbraio 2018
Roma+ 12°C
Mosca-10°C
    Il missile antiaereo semovente Pantsir-S nel quadro delle preparazioni al forum tecnico-militare internazionale Armija-2015.

    NI: gli USA non hanno sistemi antiaerei analoghi al Pantsir-S

    © Sputnik. Evgeniy Biyatov
    Mondo
    URL abbreviato
    3220

    I sistemi antiaerei russi Pantsir-S sono un arma ideale per abbattere gruppi di droni in volo, un’armamento a cui gli americani non possono contrapporre niente di analogo.

    Questo sistema, sotto nomenclatura NATO SA-22 Greyhound, è il successore dei sistemi antiaerei come lo Shilka e il Tunguska. Il Pantsir è montato su telai gommati per maggiore mobilità, è dotato di un cannone binato da 30mm, in grado di sparare insieme 80 colpi al secondo, e 12 missili anti-aerei.

    Durante il conflitto siriano questi sistemi hanno abbattuto numerosi missili e droni. A dicembre dello scorso anno hanno abbattuto due missili lanciati dai militanti contro la base aerea di Khmeymim scrive l'autore dell'articolo.

    I Pantsir in Siria non hanno attirato l'attenzione degli esperti come gli S-400 in quanto la gittata del complesso è decisamente limitata, scrive il NI. Il Pantsir a differenza dell'S-400 è progettato per funzionare come ultima linea di difesa antiaerea, e anche per attaccare aerei, missili, elicotteri e droni a bassa quota. Questa capacità ha un ruolo chiave nella guerra contemporanea.

    Nelle forze armate americane non ci sono sistemi analoghi al Pantsir, in quanto le forze di terra degli USA ritengono che tutte le minacce provenienti dal cielo possono essere eliminate dall'aviazione.

    Tuttavia, in una prima e decisiva fase di un presunto conflitto armato, gli Stati Uniti potrebbero non essere in grado di ottenere la totale superiorità aerea. Inoltre, anche se i militari americani abbiano abbattuto diversi droni sulla Siria, il costo dei missili e del carburante usato probabilmente superava di gran lunga il costo dei droni distrutti.

    L'attacco di droni da parte dei guerriglieri contro la base aerea russa Khmeimim dimostra che tali sistemi sono necessari, dal momento che diversi aerei di pattuglia avrebbero difficoltà nel respingere un massiccio attacco di droni. In futuro, molto probabilmente, questi stessi attacchi diventeranno molto più massicci, conclude il National Interest

    Nella notte del 6 gennaio, i militanti hanno tentato di attaccare la base aerea di Khmeimim e il centro logistico della Marina a Tartus, usando 13 droni armati. I militari russi sono stati in grado di prendere il controllo di sei veicoli, e sette sono stati abbattuti dai complessi Pantsir-S.

    Correlati:

    Russia, lanciamissili "S-400" e Pantsir-S1 in azione per esercitazioni a sorpresa
    Il S-400 Triumph e Pantsir fanno la guardia alla base aerea Hmeimim
    Nel 2016 Brasile intende comprare missili russi “Pantsir-S1”
    Tags:
    Armamenti, Pantsir-S, armamenti, conflitto armato, Esercito, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik