08:59 25 Maggio 2018
Roma+ 15°C
Mosca+ 13°C
    Leader nordcoreano Kim Jong-un

    In Giappone vogliono processare Kim Jong-un al Tribunale penale internazionale

    © REUTERS / KCNA
    Mondo
    URL abbreviato
    6213

    I parenti dei giapponesi rapiti dai servizi segreti nordcoreani in passato hanno intenzione di recarsi all'Aja la prossima settimana per denunciare alla Corte penale internazionale Kim Jong-un. Lo ha segnalato l'agenzia giapponese Kyodo.

    Le famiglie dei giapponesi rapiti hanno affermato che l'inerzia del leader nordcoreano per risolvere questo problema dovrebbe essere considerata una violazione dei diritti umani.

    Le autorità giapponesi sono a conoscenza di questa iniziativa, ha dichiarato il segretario del governo Yoshihide Suga. Tokyo sta facendo tutto il possibile per riportare i cittadini giapponesi in patria il prima possibile.

    I sequestri di cittadini giapponesi da parte dei servizi segreti nordcoreani negli anni '70 sono uno dei problemi più incombenti che complicano le relazioni tra i due Paesi.

    Nel 2013 una commissione speciale avrebbe dovuto far luce su questa vicenda in base ad un accordo bilaterale, ma le autorità nordcoreane hanno in seguito sospeso le indagini dopo l'inasprimento delle sanzioni contro Pyongyang da parte di Tokyo.

    Correlati:

    Il Giappone analizza 4 scenari per l'inizio della guerra in Corea
    USA, Giappone, Corea del Sud iniziano esercitazioni al confine con Corea del Nord
    Il Giappone potrebbe acquistare missili in grado di colpire la Corea del Nord
    “Armi americane al Giappone aumentano rischio guerra nucleare in Corea”
    Tags:
    Politica Internazionale, Giustizia, Società, sequestro, rapimento, Il Tribunale Penale Internazionale, Servizi Segreti, Yoshihide Suga, Giappone, Corea del Nord
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik