01:31 24 Febbraio 2018
Roma+ 9°C
Mosca-12°C
    La scienza, soprattutto cosmonautica, ha estremo bisogno della cooperazione internazionale

    Gli scienziati prevedono un rapido declino dell'umanità

    NASA
    Mondo
    URL abbreviato
    151018

    Gli scienziati americani e britannici hanno presentato un messaggio ufficiale alla National Academy of Sciences degli Stati Uniti, dove hanno rivelato quando la vita sulla Terra diventerà inadatta agli umani e agli altri mammiferi.

    Nel loro lavoro, gli esperti sottolineano il pericolo del cambiamento climatico, inevitabile a causa del consumo di energia, che continuerà ad aumentare anche con una riduzione delle emissioni di gas serra nell'atmosfera. Secondo i loro dati, la temperatura di tutto il mondo diventerà inadatta per la sopravvivenza degli animali tra il 2200 e il 2400 anni, indipendentemente dal calo della crescita demografica entro il 2100.

    Inoltre, gli scienziati indicano altri rischi che potrebbero portare al declino della civiltà. Tra questi, l'inverno nucleare, una pandemia, la collisione di asteroidi con la Terra con e le inaspettate conseguenze della creazione dell'intelligenza artificiale.

    In precedenza, il fisico britannico Stephen Hawking parlava dell'irreversibile apparizione di un caldo insopportabile sulla Terra.

    Correlati:

    Clima, l'allarme di Stephen Hawking: l'umanità dovrà cercarsi un'altra casa
    Stati Uniti: clima rigido, cascate del Niagara si "ghiacciano"
    La nuova sperimentazione militare: la manipolazione del clima
    Un grosso asteroide si avvicina alla Terra
    Tags:
    Energia, Cambiamenti climatici, energia elettrica, Energia, cambiamenti climatici, intelligenza artificiale, Cambiamenti climatici, Università, USA, Mondo
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik