18:49 16 Luglio 2018
Donald Trump

Esperto: paesi africani pretendono scuse ufficiali da Trump per offese razziste

© REUTERS / Jonathan Ernst
Mondo
URL abbreviato
821

Le recenti dichiarazioni razziste del presidente degli Stati Uniti Donald Trump hanno infiammato il malcontento negli stati africani che potrebbero pretendere delle scuse ufficiali. Lo ha dichiarato in un’intervista a Sputnik l’esperto di relazioni internazionali Aiman ​​Samir.

"Gli stati africani hanno abbastanza potere da esercitare pressioni sulla comunità internazionale e sulla leadership americana. Trump può essere obbligato a scusarsi in modo che non faccia più dichiarazioni del genere, che non possono essere definite solo posizioni personali… Se gli Stati Uniti vogliono essere un leader mondiale, allora il loro presidente non può fare dichiarazioni così razziste", ha detto Samir.

Per quanto riguarda la possibile reazione dei paesi africani, quindi, secondo l'esperto, queste potrebbero riguardare i legami commerciali ed economici tra gli Stati Uniti e l'Africa. I paesi africani potrebbero, ad esempio, boicottare temporaneamente l'acquisto delle merci americane.

La scorsa domenica Donald Trump ha ribadito di non aver fatto commenti offensivi sui paesi del terzo mondo e di non considerarsi un razzista. Lo scandalo è scoppiato dopo che in una riunione sull'immigrazione con i senatori, Trump ha definito Haiti, El Salvador,e alcuni stati africani "paesi di merda". L'Unione africana e i governi di molti paesi hanno condannato le parole del presidente americano definendole "razziste".

Correlati:

Paesi africani all'ONU pretendono le scuse di Trump
Cuba condanna le dichiarazioni di Trump sui “paesi di merda”
Trump senza limiti: stop agli immigrati da "Paesi di merda"
Tags:
commento, razzismo, scuse, offese, Donald Trump, Africa, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik