20:40 19 Gennaio 2018
Roma+ 14°C
Mosca-8°C
    Vkontakte social network service

    Gli Stati Uniti hanno accusato VKontakte di violare i diritti d’autore

    © Sputnik. Natalia Seliverstova
    Mondo
    URL abbreviato
    6013

    Le autorità degli Stati Uniti hanno ancora una volta introdotto il social network russo "VKontakte" nella lista dei più grandi siti pirata, secondo il rapporto del rappresentante di commercio Robert Laythayzera.

    Si osserva che gli sforzi di anti-pirateria di VKontakte sono incoraggianti in particolare, nel 2016 il social network ha siglato accordi di licenza con le principali etichette discografiche e ha preso provvedimenti per limitare le applicazioni di terze parti legate al caricamento di contenuti.

    "Tuttavia, nonostante questi sviluppi positivi, VK rimane un focolaio di attività illegale: l'industria cinematografica statunitense annuncia di scoprire migliaia di file pirata mensilmente" dice il documento.

    Nella lista dei siti pirata del Dipartimento del Commercio USA è stato incluso anche i tracker di torrent Rutracker e Rapidgator.org, e tutto in essa circa 30 siti, tra cui il più grande negozio online cinese taobao.com, il servizio scientifico Sci-Hub e il sito di streaming kinogo.cc.

    Correlati:

    “VKontakte” sarà partner ufficiale del festival Mondiale della gioventù
    Economist dichiara guerra contro libertà di espressione su Internet e social media
    “Zio Sam chiama”: senatore USA esorta colossi internet a reagire contro intervento russo
    Tags:
    Vkontakte, pirateria, anti-pirateria, social network, Dipartimento del Commercio, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik