16:06 22 Luglio 2018
Edifici distrutti a Bengasi, Libia

Una bomba galleggiante diretta in Libia

© AFP 2018 / ABDULLAH DOMA
Mondo
URL abbreviato
2120

Le autorità greche hanno sequestrato una nave carica di esplosivi diretta in Libia presso l'isola di Creta.

Sulla costa dell'isola greca di Creta, la nave Andromeda, battente bandiera della Tanzania, è stata sequestrata mentre trasportava esplosivi. In 29 contenitori c'erano detonatori, nitrato di ammonio e 11 bombole di gas liquefatto, tutti materiali che possono essere usati per fabbricare bombe.

Secondo la polizia greca, la nave è stata caricata nei porti di Mersin e Iskenderun in Turchia ed era diretta verso la Libia, anche se i documenti della barca indicavano che era diretta in Gibuti e Oman.

Come spiegato dal capitano, la nave non è stata autorizzata a passare attraverso il Canale di Suez. La compagnia a cui appartiene la nave non pagava la relativa tassa, e il capitano era stato incaricato di portare il carico nel porto di Misurata in Libia.

L'embargo sulle armi in Libia è stato introdotto dall'Unione europea e dall'ONU dal 2011.

Al momento, tutti gli 8 membri dell'equipaggio, compresi due ucraini, cinque indiani e un albanese, sono stati arrestati.

Correlati:

Spento l'incendio all'oleodotto, provocato dai combattenti in Libia
Negoziati per la liberazione dei marinai russi in Libia sono giunti al termine
Gruppo di contatto russo: liberati due cittadini bielorussi in Libia
Libia, esplosione in oleodotto causata da gruppo terroristico
Tags:
Bomba, nave, Bomba, ONU, Creta, Libia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik