16:27 17 Ottobre 2018
Segretario di Stato americano Rex Tillerson

Tillerson: gli USA stanno per cambiare l'accordo sul nucleare in Iran

© Sputnik . Ramil Sitdikov
Mondo
URL abbreviato
9210

Il segretario di stato USA Rex Tillerson non ha escluso che la prossima settimana Washington con una legge speciale modificherà l'accordo sul nucleare con l'Iran.

"Il presidente ha detto che correggerà l'accordo con l'Iran o lo annullerà. Stiamo cercando di onorare la promessa di correggerlo" ha detto Tillerson in un'intervista all'agenzia Associated Press.

Non ha escluso che una simile legge verrò approvata la prossima settimana "o poco dopo".

Il presidente  Donald Trump ha detto in precedenza che la Casa Bianca lavorerà con il Congresso sui "gravi difetti" dell'accordo internazionale con l'Iran. Ha rifiutato di confermare ufficialmente al Congresso, che Teheran rispetta l'accordo sul nucleare, ma non contesta a livello internazionale l'esecuzione di questi accordi. Trump ha detto che se gli sforzi di Washington per "migliorare" l'accordo falliranno, allora gli USA lo abbandoneranno. 

Il dipartimento di stato ritiene che per gli USA non sia utile abbandonare l'accordo,  si può cercare di "correggere" la sua scrittura con ulteriori condizioni per l'Iran secondo il diritto americano. In Iran sostengono che una legge simile sarebbe una violazione dell'accordo.

L'Iran e i sei mediatori internazionali, — Russia, USA, Regno Unito, Cina, Francia e Germania —, il 14 luglio 2015 hanno raggiunto un accordo transattivo pluriennale per il problema iraniano nucleare: è stato adottato un piano comune di azione globale, la cui esecuzione prevede l'eliminazione delle sanzioni economiche e finanziarie da parte dell'ONU, degli USA e dell'Unione Europea all'Iran.

Correlati:

L’ONU chiede all'Iran di ridurre l'uso della forza contro i manifestanti
Iran, Ryabkov: USA cercano pretesto per aumentare pressione su Teheran
Hayley: no a uno scenario siriano per la situazione in Iran
Tags:
Accordo nucleare, Rex Tillerson, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik