22:51 16 Giugno 2019
Hillary Clinton

Nuova indagine dell'FBI nei confronti della Clinton, dicono i media

© AP Photo / Charlie Neibergall
Mondo
URL abbreviato
381

L'FBI ha avviato una nuova inchiesta contro l'ex-candidata alla presidenza Hillary Clinton, segnala il giornale Hill citando fonti delle forze dell'ordine.

Agli investigatori interessa l'attività della sua fondazione di beneficenza, la Clinton Foundation, nel periodo in cui guidava il dipartimento di stato. L'FBI sta cercando di capire se lo stato ha fornito aiuto ai "donatori" del fondo dopo le loro donazioni. Inoltre, l'organizzazione verifica la conformità della normativa fiscale.

Nel 2015 e 2016, Clinton è stata oggetto di un'indagine dell'FBI perché quando era segretario di stato manteneva la corrispondenza attraverso il server di posta personale. L'ufficio ha verificato la possibilità di fuga di informazioni classificate. Alla fine l'FBI non ha giudicato le azioni della Clinton un reato, anche se è stato accertato che circa un centinaio di mail contenevano informazioni segrete. Prima 30 mila mail, contrariamente alle regole, sono state cancellate, perché, è stato detto, avevano carattere personale.  L'indagine è stata rinviata, poi è ripresa, poi di nuovo rinviata, questo ha avuto un forte impatto sulla popolarità della Clinton alle elezioni presidenziali nel 2016, vinte da Donald Trump.

Il fondo della famiglia Clinton, la Clinton Foundation, è stato fondato nel 1997, dall'ex presidente Bill Clinton. Registrato come ente di beneficenza pubblica, è esente dall'imposta sul reddito. I soldi del fondo arrivano da governi stranieri, società e privati. Nel 2014 l'organizzazione ha stanziato solo un terzo dei fondi per attività di beneficenza.

Correlati:

Simonyan ha oscurato Hillary Clinton nella lista delle donne più influenti di Forbes
Clinton definisce Wikileaks una filiale dell’intelligence russa
Le mail della Clinton rivelano il vero motivo dell’intervento in Libia
Tags:
indagine, FBI, Hillary Clinton, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik