02:23 06 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
12180
Seguici su

La portavoce del Ministero degli esteri russo Maria Zakharova ha commentato l'intenzione degli USA di convocare a breve una riunione speciale del Consiglio di Sicurezza e del Consiglio dei diritti umani dell’ONU in relazione agli eventi in Iran, ricordando le azioni di protesta all'interno degli USA e le reazioni delle loro stesse autorità.

L'ambasciatore permanente degli USA alle Nazioni Unite Nikki Haley in precedenza ha detto ai giornalisti che gli Stati Uniti si riuniranno in una sessione di emergenza del Consiglio di sicurezza e e con il Consiglio dei diritti dell'Uomo presso le Nazioni Unite sulla situazione in Iran "nei prossimi giorni".

"Non v'è alcun dubbio che la delegazione statunitense avrà qualcosa da dire al mondo, per esempio Nikki Haley potrà condividere l'esperienza americana su come disperdere le manifestazioni, per raccontare in dettaglio come, per esempio, sono stati condotti gli arresti di massa o di come è stato soppresso il movimento Occupy Wall Street" o di come è stata sedata la rivolta di Ferguson" ha scritto la Zakharova sul suo account Facebook.

Nelle grandi città dell'Iran, tra cui Teheran, Mashhad, Isfahan e Rasht, dal 28 dicembre, si sono svolte proteste di massa. Il presidente Hassan Rouhani ha affermato che le proteste sono causate da problemi interni nel paese e dall'istigazione di altri paesi. Secondo i media, almeno 20 persone sono rimaste uccise a causa delle rivolte.

Correlati:

Il numero di morti per le proteste in Iran sale a 20
Iran, Consiglio di sicurezza: Washington, Londra e Riyad responsabili per le proteste
Pence: gli Stati Uniti non ignoreranno le proteste in Iran
Iran mette in guardia USA contro l'errata interpretazione delle proteste nel paese
Tags:
Proteste, Protesta, Protesta, Incontri all'ONU, il ministero degli Esteri, Alto commissariato ONU per i diritti umani, Consiglio di Sicurezza ONU, Maria Zakharova, Nikki Haley, Iran, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook