08:52 11 Dicembre 2019
Petroliera

Mosca reagisce alle accuse di fornire petrolio russo in Corea del Nord

© CC0
Mondo
URL abbreviato
12341
Seguici su

La Russia rispetta pienamente il regime di sanzioni nei confronti della Corea del Nord ha dichiarato a RIA Novosti il servizio stampa del Ministero degli esteri russo. Così il dipartimento ha commentato le dichiarazioni dei media secondo le quali le navi russe stanno consegnando petrolio alla Corea del Nord, scavalcando le sanzioni dell'ONU.

In precedenza, la Reuters riferiva, che ad ottobre e novembre le petroliere russe pompavano ripetutamente petrolio nelle navi della Corea del Nord. Tuttavia le fonti non hanno fornito alcuna prova e l'agenzia stessa non ha potuto confermare la veridicità delle accuse.

"Vorremmo ricordare che sulla fornitura di carburante (cioè prodotti petroliferi raffinati) c'è, naturalmente una quota, ma non c'è un divieto totale (risoluzione 2397). La verifica della conformità del regime di sanzioni la fornisce il comitato 1718" riporta il Ministero degli esteri.

Nel mese di dicembre, il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha imposto nuove sanzioni contro Pyongyang, adottando una risoluzione preparata dagli Stati Uniti, che era la numero 2397. Il documento introduce ulteriori restrizioni alla consegna di petrolio greggio e prodotti raffinati della Corea del Nord, richiede a tutti i paesi di espellere i lavoratori migranti nordcoreani, così come di espandere l' embargo commerciale.

 

 

Correlati:

Seul ispeziona nave cinese sospettata di commercio illegale di petrolio con Pyongyang
La Corea del Nord annuncia incremento della propria potenza nucleare
Protezione Civile russa preparata in caso di escalation e conflitto tra USA e Nord Corea
Media: USA e Russia non riconosceranno la Corea del Nord come potenza nucleare
Tags:
Sanzioni, Petrolio, Petrolio, Sanzioni, Contrabbando di petrolio, Traffico di petrolio, il ministero degli Esteri, Agenzia Reuters, Corea del Nord
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik