14:48 22 Ottobre 2018
Sergei Lavrov e Rex Tillerson a Washington

Media: USA e Russia non riconosceranno la Corea del Nord come potenza nucleare

© AP Photo / Carolyn Kaster
Mondo
URL abbreviato
4111

Questo è quanto stabilito durante una conversazione telefonica il segretario di Stato americano Rex Tillerson e il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov. Lo riporta The Independent.

Ieri il segretario di Stato americano Rex Tillerson e il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov hanno discusso telefonicamente una serie di questioni, tra cui la situazione intorno alla Corea del Nord. Il portavoce del Dipartimento di Stato Heather Neuert ha confermato che entrambe le parti "hanno accettato di continuare i lavori sulla soluzione diplomatica per rendere la penisola coreana una zona denuclearizzata".

Durante le conversazione telefonica, Lavrov ha anche criticato il capo della Casa Bianca per la "retorica aggressiva" nei confronti della Corea del Nord. In precedenza, molti leader mondiali e le Nazioni Unite hanno fatto affermazioni simili, ricorda l'edizione.

Poco prima della conversazione tra Lavrov e Tillerson, Mosca si è offerta di mediare tra Pyongyang e Washington. Le autorità russe credono che l'unica cosa necessaria adesso si il dialogo.

La settimana scorsa, il Consiglio di sicurezza dell'ONU, anche con il sostegno di Russia e Cina, ha esteso le sanzioni contro la Corea del Nord, limitando le esportazioni di petrolio verso il paese asiatico.

Nel frattempo, la tensione tra Washington e Pyongyang continua a crescere anche a causa della nuova strategia di sicurezza nazionale del presidente Trump, che sostiene che la Corea del Nord sta sviluppando armi biologiche.

Correlati:

Mosca si oppone al completo blocco economico della Corea del Nord
In Corea del Nord celebrazioni in memoria della nonna di Kim Jong-un
La Russia è disposta a mediare tra gli Stati Uniti e la Corea del Nord
Tags:
colloquio telefonico, accordo, Rex Tillerson, Sergej Lavrov, Corea del Nord, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik