01:18 24 Aprile 2018
Roma+ 17°C
Mosca+ 0°C
    Lanciamissili russi S-300

    S-300 in Siria più volte seguito dagli aerei americani

    © Sputnik . Ramil Sitdikov
    Mondo
    URL abbreviato
    11352

    Dispiegati in Siria, i complessi S-300В4 sono stati ripetutamente seguiti dagli aerei ricognitori e bombardieri USA.

    Lo ha detto in un'intervista al quotidiano Izvestia il comandante militare della Difesa aerea, il tenente Aleksandr Leonov. Secondo il comandante, il compito del complesso è estendere la zona di controllo dello spazio aereo, nonché la tutela delle basi a Hmeim e Tartus.

    Come ha sottolineato Leonov, gli equipaggi degli aerei americani hanno reagito "piuttosto nervosamente" quando la l'esercito li ha dispiegati a una distanza di 200-300 chilometri.

    S-300 in Siria più volte seguito dagli aerei americani
    © Sputnik . Vitaly Podvitsky

    Il personale e la tecnica di divisione hanno completamente eseguito i compiti assegnati, sono tornati a giugno nel punto della posizione permanente, ha aggiunto il comandante. Secondo i media, il complesso Panzir S-1 ha intercettato due razzi, lanciati dai miliziani contro la base aerea di Hmeim. I terroristi hanno attaccato la base aerea dalla città di Bdama nella provincia di Idlib. Il Panzir S-1 è stato in grado di abbattere due razzi, un altro è esploso nel centro della città di Dzhbala nella in provincia di Latakia, non avendo raggiunto l'obiettivo.

    Come ha detto il ministro della difesa Sergei Shoigu, l'aviazione, ma anche i complessi di S-300 e S-400, hanno mostrato la loro eccellenza nel cielo della Siria.

    Correlati:

    Newsweek: la Russia crede che gli americani non abbiano più nulla da fare in Siria
    Crisi Siria, Russia rileva cambio di atteggiamento su Assad nel mondo
    Newsweek: la Russia crede che gli americani non abbiano più nulla da fare in Siria
    Tags:
    razzo, Aviazione, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik