Widgets Magazine
08:44 22 Agosto 2019
Militari dell'esercito della Libia

Negoziati per la liberazione dei marinai russi in Libia sono giunti al termine

© REUTERS / Ismail Zitouny
Mondo
URL abbreviato
110

I negoziati per la liberazione dei marinai russi della petroliera Temeteron, trattenuti in Libia, sono giunti all’ultima fase, ha dichiarato a RIA Novosti il capo del gruppo di contatto russo per la risoluzione del conflitto inter-libico Lev Dengov.

"Al momento siamo alla fase finale dei negoziati sulla liberazione dei cittadini russi" ha detto.

Secondo Dengov, il gruppo di contatto è in costante contatto con le autorità libiche.

"Ci auguriamo che essi saranno in grado di tornare a casa in un prossimo futuro" ha detto.

La nave Temeteron è stato catturata a fine giugno 2016 le 17 miglia nautiche al largo della costa libica. L'equipaggio è composto da tre cittadini russi, cinque cittadini ucraini e un cittadino della Grecia. La petroliera è di proprietà di una società greca, la nave batte bandiera del Belize. Secondo il Commissario per i diritti umani di Sebastopoli Pavel Buzai, l'equipaggio è stato accusato di traffico illegale e contrabbando di petrolio.

 

 

Correlati:

Gruppo di contatto russo: liberati due cittadini bielorussi in Libia
Libia, esplosione in oleodotto causata da gruppo terroristico
La Libia è sull'orlo di una nuova crisi dei migranti
Tags:
Prigionieri, Prigione, liberazione, Lev Dengov, Libia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik