00:22 26 Aprile 2018
Roma+ 16°C
Mosca+ 10°C
    Combattenti del Daesh (foto d'archivio)

    Funzionario della sicurezza russa rivela dove vanno i terroristi che lasciano Siria e Iraq

    © AP Photo / albaraka_news, File
    Mondo
    URL abbreviato
    6032

    I combattenti islamisti, inclusi quelli del sedicente "Stato Islamico", si riposizionano in Libia, Yemen, Indonesia e Filippine.

    Lasciando la Siria e l'Iraq, i terroristi si dirigono versi i Paesi vicini, come Libia e Yemen, ha dichiarato in un'intervista ai media russi il segretario del Consiglio di Sicurezza russo Nikolay Patrushev. 

    Inoltre possono recarsi in altri Paesi, come l'Afghanistan.

    Proprio dall'Afghanistan, dove i movimenti fondamentalisti si stanno rafforzando, possono infiltrarsi in Iran, Cina, India, Asia centrale e Russia. Nei territori in cui fino a poco tempo fa i terroristi dominavano, hanno cambiato strategia: creano cellule terroristiche autonome.

    "Solo Al-Qaeda è presente in più di 80 Paesi in tutto il mondo, inclusi Stati Uniti e Canada", ha detto Patrushev.


     

    Correlati:

    Mosca preoccupata per notizie su addestramento ex terroristi siriani in basi militari USA
    Assad ricorda che migliaia di terroristi potrebbero giungere in Europa dalla Siria
    L’Europa è minacciata da terroristi travestiti da immigrati
    Tags:
    Terrorismo, Politica Internazionale, Sicurezza, crisi in Libia, Daesh, Consiglio di Sicurezza della Russia, Nikolay Patrushev, Filippine, Yemen, Libia, Iraq, Siria, Afghanistan, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik